Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca

Aggressione alla Polfer, il sindacato dei Carabinieri Unarma: “Sì alle pareti divisorie negli uffici”

Il segretario provinciale Vella: “Ormai non si può attendere oltre, infrastrutture vetuste, occorre investire maggiori risorse sull’adeguamento”

Riceviamo e pubblichiamo la nota stampa del sindacato dei Carabinieri Unarma Asc sull'aggressione all'agente della Polfer:

Trieste è di nuovo teatro di violenza urbana. Questa volta però è un collega della Polizia di Stato a pagarne il prezzo, con una ferita al collo inferta con un coltello.

La cosa ancora più eclatante è che verosimilmente tale fatto sia avvenuto all’interno degli Uffici della Polizia Ferroviaria, da parte di un uomo che avrebbe fatto accesso a tali locali dichiarando di voler sporgere una semplice denuncia. Questa associazione sindacale sta guardando con attenzione questo tipo di accadimenti, purtroppo non nuovi a Trieste, affinché vengano posti in essere interventi prioritari per la salvaguardia della sicurezza del personale operante contro gli attacchi vili di malintenzionati.

Il Segretario Generale Provinciale di Trieste Angelo Vella dichiara: “Occorre investire maggiori risorse sull’adeguamento delle infrastrutture e far sì che ogni ufficio di polizia, nella parte riservata alla ricezione del pubblico, sia dotato di vetro divisorio antiproiettile, con fessura per il passaggio di documenti ed interfono per la comunicazione. Ormai non si può attendere oltre, non si può continuare a rischiare l’incolumità fisica dei colleghi a causa delle infrastrutture ormai vetuste”.

UNARMA ASC manifesta la vicinanza al collega della Polfer ferito mentre svolgeva il suo lavoro e gli esprime sinceri auguri di pronta guarigione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggressione alla Polfer, il sindacato dei Carabinieri Unarma: “Sì alle pareti divisorie negli uffici”

TriestePrima è in caricamento