Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca Piazza Unità d'Italia

Aggressione razziale vicino piazza Unità: triestino fermato dalla polizia locale

L'episodio è avvenuto qualche giorno fa: l'uomo, di 69 anni, ha aggredito un cittadino senegalese con pugni al volto

Aggressione a sfondo razziale qualche giorno fa nei pressi di piazza Unità: vittima un 35enne originario del Senegal che stava passeggiando, quando a un certo punto, davanti a un bar, è stato preso di mira da uno sconosciuto che ha cominciato a insultarlo; non appena si gira verso l'interlocutore (G.B., triestino di 69 anni) viene colpito con una violenta raffica di pugni al volto. Il motivo? Il colore della pelle.

La compagna dell'aggressore, nel tentativo di calmarlo, è stata anche lei colpita da due manrovesci che l'hanno fatta finire a terra. I presenti, vista la scena, ma soprattutto il giovane ferito che stava perdendo copiosamente sangue dal viso, hanno attivato i soccorsi, ambulanza e polizia locale.

In pochi attimi sono arrivate due pattuglie a contenere l'uomo, non senza fatica: presso gli uffici del Comando l'hanno identificato e formalizzato nei suoi confronti la denuncia per lesioni personali, resistenza a Pubblico Ufficiale, rifiuto delle generalità e violazione della legge Mancino sulla discriminazione razziale; e poiché parte dell'aggressività era generata da un'assunzione smodata di alcol, è stato sanzionato anche per ubriachezza molesta.

La vittima dell'immotivata violenza, in Italia con un regolare permesso di soggiorno, ne avrà per 30 giorni (frattura dentaria e trauma facciale).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggressione razziale vicino piazza Unità: triestino fermato dalla polizia locale

TriestePrima è in caricamento