Giovedì, 17 Giugno 2021
Cronaca Via Giulia

Giallo in via Giulia, 18enne aggredito per un parcheggio: indagano i Carabinieri

Il padre del ragazzo cerca testimoni, mentre l'aggressore dichiara a sua volta di essere stato picchiato

Cerco eventuali testimoni per l’aggressione di mio figlio avvenuta ieri sera attorno alle 19 in via Giulia davanti al bar Ucci. Ringrazio. Roberto D.

Questo l'appello Facebook del padre di un ragazzo di 18 anni malmenato da un uomo sui 50 anni - così riporta la denuncia - che lo avrebbe aggredito per una questione legata a un parcheggio. Una vicenda poco chiara sulla quale stanno indagando i Carabinieri, anche perchè la prognosi riportata dal giovane, 25 giorni (frattura composta allo sterno, contusioni al naso ed ecchimosi attorno agli occhi), impone il procedimento d'ufficio (che scatta sopra i 20 giorni di prognosi). 

Il fatto è avvenuto l'altra, il 21 maggio alle 19 circa, davanti bar al civico 31 di via Giulia. Nella denuncia il giovane spiega di essere stato insultato dall'aggressore, appunto un uomo sui 50 anni, alto e palestrato, che ha iniziato a prendere poi a calci e pugni l'auto del giovane; ma non si è fermato qui, infatti - sempre stando a quanto denunciato - l'uomo avrebbe aperto la portiera del conducente per estrarre e sbattere a terra il giovane e dare poi il via al pestaggio. 

Quello che è strano è che il bar di solito a quell'ora è molto frequentato e nessuno sia intervenuto né abbiamo chiamato il 112. Motivo per cui il padre ha lanciato poi l'appello social per trovare qualche testimone disponibile a riferire quanto accaduto. 

Un eventuale testimone sarebbe anche molto utile agli inquirenti: infatti i fatti sono diventati ancora meno chiari quando il 50enne si è palesato al pronto soccorso di Cattinara (dov'era già arrivato il 18enne trasportato dall'ambulanza chiamata da un edicolante) dichiarando di aver subito un pestaggio a sua volta. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giallo in via Giulia, 18enne aggredito per un parcheggio: indagano i Carabinieri

TriestePrima è in caricamento