Cronaca

Aggressioni in ospedale, Modica (FSI-USAE): "Necessari posti fissi di Polizia"

Il segretario territoriale cita un episodio di aggressione ad alcuni operatori della Sogit lo scorso ottobre. "Sarebbe il caso di dotare i presidi ospedalieri di posti fissi di Polizia o di servizi effettuati dalle guardie particolari giurate sulle 24 ore"

"In merito alle aggressioni subìte dal personale operante all' interno dell'ospedale Maggiore, come purtroppo già accaduto anche a Cattinara ed al personale delle ambulanze (si ricordi gli operatori della Sogit aggrediti lo scorso ottobre), abbiamo sempre chiesto all'azienda di recepire ed applicare la raccomandazione numero 8 del ministero della salute per prevenire gli atti di violenza al personale sanitario".  A dichiararlo Matteo Modica, segretario territoriale FSI-USAE che appellandosi alla politica chiede se non sarebbe il caso di dotare i presidi ospedalieri di posti fissi di polizia o di servizi effettuati dalle guardie particolari giurate sulle 24 ore.

Secondo Modica "La violenza, per nessun motivo, può esser giustificata. Le scelte politiche devono aiutare anche in questo senso con la programmazione di nuove assunzioni di personale dedicato al servizio di pronto soccorso e centro prime cure, anche se noi sosteniamo da sempre la riapertura del pronto soccorso cittadino e reinternalizzando i servizi amministrativi, in modo da garantire tempistiche di accesso alle cure in tempi ragionevoli e i mitigando così i disagi e le ire degli utenti".

Senza biglietto sul bus, pugni in faccia ad un agente di Italpol 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggressioni in ospedale, Modica (FSI-USAE): "Necessari posti fissi di Polizia"

TriestePrima è in caricamento