rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca Barriera Nuova - Città Nuova / Largo Don Francesco Bonifacio

Attivisti triestini in piazza contro la violenza sugli animali

Questo pomeriggio in largo don Bonifacio a Trieste si è svolto il flash mob degli attivisti dell'organizzazione che combatte ogni tipo di violenza e di utilizzo degli animali da parte dell'uomo. Circa una ventina i partecipanti

Sono scesi in strada indossando le maschere di "V per vendetta" (già utilizzate dal movimento Occupy qualche anno fa ndr), mostrando le immagini crude degli allevamenti e delle violenze sugli animali per denunciare e sensibilizzare l'opinione pubblica. Questo pomeriggio in largo don Francesco Bonifacio a Trieste un gruppo di circa 15 attivisti ha dato vita ad un flash mob che ha voluto "denunciare" le violenze sugli animali e il loro utilizzo nelle attività dell'uomo.  

"Rendere consapevole la gente"

"Siamo un gruppo di attivisti autonomi - afferma Paolo Serafini, organizzatore della manifestazione - e collaboriamo con AgireOra, che è un progetto che denuncia tutti i maltrattamenti che subiscono gli animali nelle varie attività dell'uomo, dai macelli agli allevamenti, pelli, pellicce, circhi, scommesse sportive e gli zoo. Cerchiamo di sensibilizzare la gente per renderli maggiormente consapevoli, sperando di far scattare in loro una scintilla che li porti verso un'alimentazione lontana dalla sofferenza, senza carne, senza uova e senza latte". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Attivisti triestini in piazza contro la violenza sugli animali

TriestePrima è in caricamento