Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca

Al via i Mondiali di Volley femminile: le squadre

14.00 - Parte, domani, da Trieste l'assalto del Brasile al primo oro mondiale, ma le rivali del girone B hanno i numeri per farsi valere

E' paradossale, quasi non ci credi sino a quando non hai davanti statistiche e numeri: le brasiliane, padrone del volley intercontinentale, la più forte squadra femminile del pianeta volley, non ha mai vinto il titolo mondiale. Tre argenti, l'ultimo nel 2010 ma, ancora (per quanto?) niente oro per la funambolica e spettacolare Zé Roberto band. Con questo super team apriamo una parentesi sulle sei formazioni che da qui a poche ore, a Trieste, daranno il via al balletto delle schiacciate mondiali

BRASILE (1^ nel Ranking internazionale FIVB) - Ultimo e miglior piazzamento in un mondiale: 2^ nel 2010.
Le brasiliane partono dalla città giuliana con il dichiarato desiderio di rompere un tabù: vincere finalmente il primo mondiale. Brasile arrivato secondo dietro la Russia nelle ultime due edizioni intercontinentali: sempre 3-2, sempre a Tokyo. Nel frattempo, però primo oro olimpico a Pechino 2008 con bis stratosferico a Londra 2012 dopo il bronzo sia ad Atlanta 1996 che Sydney 2000. Nel palmares risultano poi successi nel campionato sudamericano (18 volte), l'oro ai Giochi Panamericani nel 2011 e la trionfale passerella alla Grand Champions Cup nel 2013. E' arrivata a Trieste sull'onda del recente successo World Grand Prix.

SERBIA (8^ Ranking) - miglior piazzamento: 3^ nel 2006.
Prima Jugoslavia, poi Serbia-Montenegro, è stato il Mondiale del 2006 a far fare il grande salto di qualità alla squadra che arriva da qualche centinaia di chilometri da Trieste. Il Campionato del Mondo 2006 ha rappresentato un balzo in avanti per la pallavolo in Serbia. Una sola partita persa in tutte le fasi iniziali del mondiale a Tokyo poi la sconfitta (3-1) in semifinale contro il Brasile ha posto fine ad ogni sogno di gloria. Però ha centrato il bronzo nella finalina contro l'Italia. Nell'ultimo mondiale, quattro anni or sono, la Serbia è arrivata seconda nel turno iniziale, perdendo un posto di semifinale con le sconfitte contro Russia e Turchia. Alla fine solo ottava dopo gli stop con Italia e Germania nel secondo turno. Ma la crescita era iniziata: argento all'Europeo 2007, quinta alle Olimpiadi (la prima per le serbe) 2008. Presente anche a Londra 2012, ma sono stati Giochi sfortunatissimi per una serie di infortuni patiti da giocatrici decisive. Serbia campione europeo per tre volte (dal 2009 al 2011) più il bronzo al World Grand Prix: 2011 e 2013. Risultati che hanno rilanciato ancor più la sua immagine sportiva.

TURCHIA (11^ Ranking) - miglior piazzamento: 6^ nel 2010
La passerella mondiale 2014 che inizia anche a Trieste, sarà la terza consecutiva apparizione della Turchia. Prima volta, infatti, nel 2006 con i primi successi su Egitto e Perù, e quelle successive contro Taipei cinese e la Polonia. Risultati, però, che non sono bastati a garantire l'ingresso in semifinale. Soddisfazioni prese con la Germania, amarezze contro gli Stati Uniti nelle sfide di bassa classifica finale. Fondamentalmente un replay nel mondiale del 2010: tre vittorie al via ma poi due sconfitte e ancora una volta semifinale rinviata. La Turchia dell'attuale coach Barbolini ha avuto una notevole crescita di performance negli ultimi anni. Bronzo al World Grand Prix 2012 (dietro Stati Uniti e il Brasile); argento e bronzo nel campionato europeo 2009 e 2011. L'anno successivo la prima Olimpiade con vittorie contro Serbia e Corea e nono posto finale.

CANADA (21^ Ranking) - miglior piazzamento: 11^ nel 1982
Le schiacciate mondiali di Trieste saranno le ottave per le canadesi in una competizione intercontinentale i cui migliori risultati (sempre undicesima) risalgono ai tornei 1974 e 1982. Nell'ultimo Mondiale, invece, le canadesi hanno perso tutte e cinque le partite della fase con conseguente posizione finale numero 21. Il team nordamericano proverà a divertirsi e cercare di dimenticare un deludente sesto posto alla Panamerican Cup 2014, con addosso la fiducia di un’onorevolissima prestazione al recente 2014 World Grand Prix. A Trieste, poi, il Canada metterà le basi per arrivare al meglio ai Panamericani 2015 che organizzerà a Toronto. A proposito: l'edizione 2011 ha visto il Canada arrivare settimo. Al Norceca 2013, infine, ha formazione nordamericana ha chiuso al quarto posto dopo le sconfitte con Cuba in semifinale.

CAMERUN (27^ Ranking) - miglior piazzamento: 21^ nel 2006
E' la seconda volta iridata per le ragazze africane. La prima in Giappone nel 2006 con il 21° posto finale che ha regalato emozioni a un intero ambiente pur perdendo tutte e cinque le sfide iniziali (due soli set vinti) in un girone dove c'erano anche Brasile e Stati Uniti. Adesso eccole a Trieste, dopo tre diversi turni di qualificazione continentali. Il Camerun, intanto, ha in bacheca due medaglie d'argento al Campionato Africano 1999 e 2013. In quest’occasione oro sfuggito per la sconfitta con il Kenya. Il tutto sei anni dopo aver vinto una medaglia d'argento ai Giochi panafricani del 2007. Le Leonesse adesso vanno incontro al girone di ferro triestino sperando di un piccolo grande salto di qualità insieme al tecnico Jean-Rene Akono, ex stella del maschile, diventato allenatore nel luglio scorso al posto di Giuseppe Nana Eone, che resta però come ‘secondo’: una grande lezione di umiltà professionale.

BULGARIA (35^ Ranking) - miglior piazzamento: 4^ nel 1962
Dopo dodici anni rieccola sul palcoscenico di un Campionato del Mondo. E forse la sua posizione nell'attuale Ranking FIVB è la naturale conseguenza di tanta assenza intercontinentale. Quella che inizia a Trieste sarà per la Bulgaria la decima edizione (con cinque partecipazioni tra il 1970 e il 1986). Due quarti posti i risultati ottenuti. Nel torneo 1952 terminò dietro l'allora Unione Sovietica, la Polonia e la Cecoslovacchia. Ancora medaglia di legno dieci anni dopo, a Mosca. Ma adesso c'è grande ottimismo per il via all'avventura italiana. Ci sono i successi al World Grand Prix 2014 per rafforzare la promozione dal gruppo 3 al 2. Quanto al palmares globale, Bulgaria sugli scudi 30 anni fa, con il bronzo olimpico di Mosca 1980 e, ancor più, l’oro vinto in casa al Campionato Europeo 1981. Guardando al recente, c'è un bronzo all'Europeo 2001 e uno all'European League 2013.

di Adelio Pistelli 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al via i Mondiali di Volley femminile: le squadre

TriestePrima è in caricamento