Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca

Al via il Barcolana Sea Summit, Fedriga: "La sfida ambientale passa anche per l'economia"

Ad aprire il summit il Governatore Fedriga e l'Assessore alla Difesa dell'Ambiente Scoccimarro. Tra i partecipanti anche il Ministro Cingolani

Non si possono raggiungere gli obiettivi della tutela dell'ambiente senza rendere economicamente sostenibili gli investimenti sia pubblici che privati: il rischio è che tutto diventi un'illusione che durerà il tempo del Pnrr, ovvero fino a quando ci saranno risorse pubbliche. Questo il concetto espresso dal governatore del Friuli Venezia Giulia Massimiliano Fedriga aprendo oggi il Barcolana Sea summit al Trieste convention center in Porto Vecchio con un ringraziamento agli organizzatori perché la manifestazione non solo consolida i risultati sportivi e di intrattenimento così importanti per Trieste, per il Friuli Venezia Giulia e ormai per l'Europa e il mondo, ma si sfida anche su temi che non sono usualmente quelli che ci si aspetta dal pubblico di una regata. La responsabilità oggi deve coinvolgere ogni cittadino, ha indicato il governatore, che ha aperto il summit assieme all'assessore regionale alla Difesa dell'Ambiente Fabio Scoccimarro, e la sfida deve riguardare la sostenibilità ambientale e sociale, ma anche quella economica.

L'auspicio è quello di sfruttare le risorse dell'Europa e del Governo per creare strumenti strutturali che possano garantire lo sviluppo e l'invito è a guardare realisticamente all'impatto ambientale a livello globale e considerare che senza il coinvolgimento soprattutto dei Paesi asiatici la sfida sarà persa. Non basta fare bene i compiti a casa, ha esortato il governatore, bisogna collaborare con aree in cui la sensibilità verso il tema dell'impatto ambientale è inferiore rispetto all'Europa e anche qui il tema economico non è irrilevante, perché occorre che in una gara tutti partano dalle stesse condizioni.

Stati generali e Barcolana

Nel corso dell'apertura, l'assessore Scoccimarro ha inoltre annunciato l'avvio della collaborazione tra Regione e Barcolana affinché il Sea summit sia ufficialmente la prima tappa della "road map" che condurrà all'importante appuntamento del prossimo autunno 2022 con gli "Stati generali dell'ambiente e del clima dell'Adriatico e del Centro Europa" che coinvolgeranno la Repubblica di Slovenia, le Contee dell'Istria e Litoraneo Montana della Croazia, la regione della Carinzia in Austria, la Regione Veneto ed Emilia Romagna, ma potenzialmente tutte le Regioni e i Paesi che si affacciano sul Mar Adriatico.

Alla giornata inaugurale dell'evento dedicato alla salute del Mediterraneo e all'incontro tra scienza, istituzioni e imprese, hanno partecipato il ministro della Transizione ecologica Roberto Cingolani con un messaggio registrato e, tra gli altri, il presidente della Fondazione Sviluppo sostenibile Edo Ronchi, il presidente di Illycaffè e in videocollegamento l'economista Phoebe Koundouri.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al via il Barcolana Sea Summit, Fedriga: "La sfida ambientale passa anche per l'economia"

TriestePrima è in caricamento