menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Alcatel a Trieste: 200 Posti a Rischio

La Direzione di Alcatel-Lucent ha prospettato un taglio di 200 posti di lavoro per lo stabilimento di Trieste.Lo hanno reso noto le Rappresentanze sincadali unitarie, precisando che attualmente l'insediamento occupa 220 lavoratori con contratto a...

La Direzione di Alcatel-Lucent ha prospettato un taglio di 200 posti di lavoro per lo stabilimento di Trieste.

Lo hanno reso noto le Rappresentanze sincadali unitarie, precisando che attualmente l'insediamento occupa 220 lavoratori con contratto a tempo indeterminato e 350 lavoratori con contratto di somministrazione di mano d'opera, per una forza lavoro complessiva di 570 lavoratori. Lo stabilimento opera nel settore delle telecomunicazioni nel trasporto dati (apparati WDM) con fasi lavorative di produzione, NPI (industrializzazione di nuovi apparati in collaborazione con i centri di ricerca e sviluppo) e di integrazione dei prodotti (collaudo finale di apparati WDM con simulazione reale di messa in campo).

La direzione, secondo quanto riferito dalle Rsu, giustifica la drastica riduzione del personale, con 200 tagli sui contratti di somministrazione nell'arco di un anno, con il cambio di missione imposto dai vertici della multinazionale che comportera' il trasferimento di tutte le attivita' prettamente produttive nello stabilimento Flextronics in Romania.
Per il 22 febbraio prossimo e' stato convocato un tavolo presso il Ministero per lo Sviluppo Economico dove sara' avviato il confronto con l'azienda. Successivamente con il coinvolgimento delle Segreterie territoriali si procedera' con la richiesta di incontri specifici con le istituzioni locali, Comune e Provincia di Trieste e Regione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

"Brodo brustolà", antica ricetta della tradizione contadina triestina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento