Lunedì, 21 Giugno 2021
Cronaca

Aliscafo Trieste, sindaco Dipiazza all'inaugurazione del nuovo collegamento marittimo

Presente il sindaco Roberto Dipiazza, all'inaugurazione del primo viaggio dell'aliscafo “Fiammetta M” del ripristinato collegamento che dal 1° luglio sarà attivo per il servizio marittimo passeggeri da Trieste verso le località costiere dell'Istria. «Ulteriore importante opportunità in chiave turistica per Trieste e per l'intera Regione»

«Questo nuovo collegamento marittimo con le vicine località della Slovenia e della Croazia è un'ulteriore importante opportunità in chiave turistica per Trieste e per l'intera Regione grazie al prevedibile incremento del traffico di passeggeri. Si tratta indubbiamente di un gradito ritorno che andrà a beneficio di tutti e costituirà anche un ulteriore elemento per il rafforzamento della collaborazione reciproca fra le nostre comunità».

Così il Sindaco Roberto Dipiazza ieri mattina, alla partenza del viaggio inaugurale dell'aliscafo “Fiammetta M” che riavvierà dal 1° luglio il servizio marittimo passeggeri da Trieste verso le località costiere dell'Istria (con scali a Pirano, Parenzo, Rovigno, Pola), organizzato dalla Trieste Lines srl.

Riattivato, grazie al contributo della Regione Friuli Venezia Giulia, il servizio marittimo passeggeri che collega Trieste con la costa istriana. Da venerdì 1 luglio l'aliscafo Fiammetta M. della compagnia di navigazione Triestelines effettuerà ogni giorno, tranne i lunedì, viaggi di andata e ritorno con partenza dalla Nuova stazione marittima nell'area del Molo IV e toccate in diverse località dell'Istria
occidentale.

La novità rispetto agli anni scorsi è il ripristino del collegamento con Parenzo, dove oggi nella cornice di Villa Polesini si è tenuta la conferenza stampa di presentazione del servizio, alla presenza - tra gli altri - della vicesindaco del Comune di Porec/Parenzo, Nadia Stifanic-Dobrilovic. Come è stato sottolineato, la rotta tra Trieste e l'Istria riveste un'importanza particolare, in quanto oltre ad avere una valenza turistica rafforza i rapporti transfrontalieri tra l'Italia, la Slovenia e la Croazia. Il collegamento marittimo è dunque un'opportunità di sviluppo e la Regione Friuli Venezia Giulia, attraverso la direzione alle Infrastrutture e al Territorio vi punta particolarmente, avendo già garantito il proprio sostegno anche per le estati del 2017 e 2018.

Per i prossimi anni, inoltre, si sta vagliando l'ipotesi di includere anche Capodistria tra le città del tragitto che quest'anno raggiunge Pirano in Slovenia, Parenzo, Rovigno e Pola in Croazia.

Le tre mete croate vengono toccate a giornate alterne. Pola è raggiungibile martedì e venerdì, con partenza da Trieste alle ore 9 e con soste a Pirano (alle 9.30) e Rovigno (10.50) prima dell'approdo, alle 11.45, nella città dell'Arena. Da qui il viaggio di ritorno parte alle 17 con arrivo a Trieste alle 19.50 e soste a Rovigno (17.45) e Pirano (19.20).

Parenzo, invece, è toccata dal servizio mercoledì e durante i fine settimana. Sabato e domenica si salpa da Trieste alle 9, per raggiungere Pirano mezz'ora più tardi e Parenzo alle 10.30. Da qui il viaggio prosegue fino a Rovigno con arrivo alle 11.30. La partenza per il viaggio di ritorno è fissata alle 18.30 con l'unica tappa intermedia a Pirano (alle 19.30) e attracco in Molo IV alle 20.10.

Da evidenziare che di mercoledì e di giovedì il servizio è doppio. Fiammetta M., infatti, parte alla mattina da Trieste (alle 9 mercoledì e alle 8.30 giovedì) per raggiungere alle 10 Parenzo (mercoledì) o Rovigno (giovedì). Da queste due località si ritorna nella città di partenza a mezzogiorno, con breve sosta a Pirano. Il viaggio viene ripetuto nel pomeriggio, con partenza alle 17, sosta a Pirano alle 17.30, arrivo al capolinea alle 18.30 e immediato viaggio di ritorno di soli 50 minuti. La velocità, infatti, è uno delle peculiarità dell'aliscafo costruito nel 1989. Si viaggia a 30 nodi (oltre 50 km/h), grazie alla forza di due motori di 2.000 cavalli ciascuno. A bordo possono salire oltre 200 persone e possono essere imbarcate, gratuitamente, anche biciclette.

I prezzi dei biglietti variano a seconda della meta prescelta. Si va dagli 8,80 euro per il viaggio fino a Pirano ai 30,35 euro per il tragitto fino a Pola. A queste tariffe si applica lo sconto del 15 % per i biglietti di andata e ritorno. Sono inoltre previste agevolazioni per gli over 60 e per i gruppi di almeno 6 persone. I bambini fino a 5 anni viaggiano gratis, mentre fino ai 14 anni si paga la metà rispetto alla tariffa ordinaria. Per chi viaggia in Croazia, è d'obbligo un documento d'identità valido per l'espatrio.

I titoli di viaggio si possono acquistare in biglietteria (che chiude 15 minuti prima della partenza) ma anche on line, sul sito www.triestelines.it .

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aliscafo Trieste, sindaco Dipiazza all'inaugurazione del nuovo collegamento marittimo

TriestePrima è in caricamento