rotate-mobile
Cronaca

"Allarme scabbia", Comune e Ass Triestina: «Nel 2014 solo 6 casi in tutta la città»

Conferenza stampa in risposta al caso portato alla ribalta dagli esponenti della Lega Nord. L'assessore Famulari: «Disdicevole procurato allarme». Il direttore Zorzut: «La comunità dei migranti è molto chiusa: quasi impossibile in contagio»

«Abbiamo convocato questa conferenza per rispondere alle voci, per lo più sul web, che parlano di un'"epidemia di scabbia" a Trieste e di una mancata vigilanza o mancato allarme da parte del Comune», ha detto l'assessore Laura Famulari nel corso dell'incontro tenuto quersta mattina con la stampa in merito alla questione portata alla ribalta dagli esponenti della Lega Nord Pierpaolo Roberti e Paolo Polidori

«Premesso che il numero di rifugiati è un aumento, anche nell'ultimo mese (in particolare a cavallo della'anno), e che quindi ci troviamo davanti a un'emergenza, i casi di scabbia, quelli accertati, sono davvero minimi, soprattutto se rapportati al numero di persone di cui appunto parliamo. Queste accuse sono state mosse senza fare un minimo di analisi alla fonte - ha detto Famulari che poi ha rincarato -, certe persone allarmano solo la città, si tratta di un procurato allarme disdicevole».

Famulari Sito«Per prima cosa va chiarito che la scabbia non è una malattia - ha esordito il dottor Fulvio Zorzut, direttore S.C. Igiene Sanità Pubblica, Prevenzione ambientale dell'Ass. 1 Triestina -. SI tratta di un'infestazione facilmente trattabile e si guarisce in 8 giorni, addirittura, se oggi viene diagnosticata e subito curata, bata un giorno per tornare in comunità».

«Il contagio avviene solo dopo lunghe esposizioni, ma nei rapporti sociali normali, è altamente improbabile - continua Zorzut -. Nel nostro caso specifico stiamo parlando di migranti che non lavorano, non frequentano attività sportive o palestre, più in generale non vengono a contatto con altre comunità se non la loro. Dall'inizio del 2014 abbiamo visitato oltre 430 di queste persone, cioè tutti quelli che ci vengono segnalati dalle autorità: il dato importante è che in tutta la città sono stati solo 6 i casi accertati di quest'infestazione (contro i 19 del 2013, 13 del 2012, 33 del 2011... le vere espidemie c'erano negli ani Settanta e Ottanta quando i casi erano alcune centinaia)».  

«È importante chiarire il concetto che è molto difficile la trasmissione, soprattutto con la comunità dei migranti che è chiusa - ha concluso il dirigente dell'Azienda Sanitaria -, per non parlare del fatto che il numero è davvero esiguo per parlare di allarme: la scabbia non c'entra con i migranti, è sempre esistita, la si può prendere anche in un albergo stellato, difficilmente la elimineremo».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Allarme scabbia", Comune e Ass Triestina: «Nel 2014 solo 6 casi in tutta la città»

TriestePrima è in caricamento