Venerdì, 17 Settembre 2021
Cronaca

Allarme truffe, continuano gli episodi dei falsi appartenenti all'Arma

Ancora molti gli episodi registrati a danno soprattutto degli anziani in cui sedicenti carabinieri o falsi avvocati si presentano porta a porta chiedendo denaro. Si consiglia di contattare immediatamente il 112 e di non consegnare alcun oggetto di valore o soldi

Nonostante la capillare azione informativa da tempo avviata dai Carabinieri in Emilia Romagna e in parte del Triveneto ed il coinvolgimento in tale attività delle Parrocchie e dei Comuni, continuano a registrarsi casi in cui falsi appartenenti all’Arma e sedicenti avvocati avvicinano persone anziane, dicendo di avere familiari coinvolti in incidenti stradali o altri eventi particolari, per poi chiedere soldi o anche oggetti in oro in cambio di asseriti provvedimenti da assumere per soccorrere i predetti congiunti.

L'operato concretizzato dai Carabinieri per informare i cittadini sull’odioso fenomeno ha già portato a risultati concreti, in quanto in molti episodi gli anziani, posti a conoscenza del comportamento truffaldino dei citati malviventi, hanno reagito chiamando subito il 112, non accettando di consegnare denaro. Diversi sono stati anche gli interventi operati dall’Arma con arresti e denunce.

Ma per evitare che altri episodi possano ripetersi, si rende necessario che l’informazione arrivi in ogni abitazione, al fine di sensibilizzare adeguatamente tutti gli anziani ed i loro familiari, invitandoli a telefonare subito al 112, senza mai consegnare valori ai soggetti che si presentano con la falsa identità di “Maresciallo dei Carabinieri”, “Avvocato” o anche di appartenente ad altro Ente Pubblico (Enel, Poste, Azienda del Gas, sedicenti Medici, Poliziotti, Finanzieri ed altri ancora). In presenza delle singolari richieste, chiamare tempestivamente il “112”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Allarme truffe, continuano gli episodi dei falsi appartenenti all'Arma

TriestePrima è in caricamento