Mauro sentito dalla Procura Federale: "Attendiamo che Alma faccia chiarezza"

Mauro ha affermato che "quanto accaduto non riguarda direttamente la Pallacanestro Trieste e non ha modificato gli obiettivi sportivi della società". Restano i dubbi sui 500 mila euro che servono per finire la stagione. Dipiazza incontra Ghiacchi: "Stiamo lavorando"

Gianluca Mauro in una foto di repertorio

Gianluca Mauro è stato ascoltato questa mattina dalla Procura della Federazione Italiana Pallacanestro. In seguito ai gravi fatti di cronaca che hanno coinvolto il presidente della società di basket triestina, Luigi Scavone, l'amministratore delegato friulano è comparso di fronte ai rappresentanti della giusitizia sportiva. "Ho confermato che quanto accaduto non riguarda direttamente la Pallacanestro Trieste e non ha modificato gli obiettivi sportivi della società", queste le prime parole dell'ad della Pallacanestro Trieste.

Le prime parole di Mauro

"Il risultato dell’ultima partita in casa e il calore del nostro pubblico non ha fatto che spronarci verso il raggiungimento dei palyoff, chiesti a gran voce dal nostro pubblico”. “A Trieste ognuno per propria competenza sta lavorando per aiutarci e per trovare una soluzione a questo momento di difficoltà, sempre in attesa che il socio di maggioranza faccia chiarezza sulla propria posizione nei confronti della Pallacanestro Trieste”. Nella giornata di oggi il sindaco Roberto Dipiazza ha incontrato Mario Ghiacci ed altri esponenti del CDA della società di basket. "Stiamo lavorando sia sull’immediato che per il prossimo campionato nella massima serie" ha dichiarato il primo cittadino. 

Tutto bello, ma servono 500 mila euro

E' indubbio, al di là delle rassicurazioni politiche e degli interventi di fronte alla Procura, che la criticità riguardi l'ammanco di circa 500 mila euro - come sostenuto dagli organi di stampa - che servono per concludere il campionato. Proprio dopo le dichiarazioni dell'amministratore delegato Gianluca Mauro all'emittente televisiva triestina Telequattro, la Procura Federale aveva chiesto la convocazione dell'ad. Il lavoro che i portatori d'interesse stanno facendo - Comune compreso - è quello riguardante al reperimento dei fondi che servono a chiudere la stagione. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riccardo Scamarcio in piazza Unità: battibecco con Telequattro e poi le scuse

  • Incidente in strada nuova per Opicina: due minorenni feriti, uno grave

  • Terribile schianto in Slovenia, morto sul colpo un triestino di 89 anni

  • Class action contro il "Sogno del Natale", molti triestini chiedono il rimborso dei biglietti

  • Strada nuova per Opicina, terzo schianto in meno di 24 ore

  • Atti osceni in luogo pubblico in corso Saba: nei guai 58enne

Torna su
TriestePrima è in caricamento