Cronaca

Alternanza scuola/lavoro: il Comune di Trieste a fianco delle scuole

Il comune vede coinvolti nei percorsi di alternanza scuola/lavoro i servizi educativi, le biblioteche cittadine, i musei scientifici e civici, il Polo Giovani ed il Servizio Comunicazione.

Si è svolto oggi presso il MIB – School of Management  l’incontro tra gli istituti secondari di secondo grado e professionali con enti e associazioni locali disponibili ad ospitare gli studenti nell’anno scolastico 2016/2017, nell'ambito dei percorsi di alternanza scuola/lavoro.

A presentare l’iniziativa l’assessore comunale Giorgio Rossi, titolare della nuova delega ai Giovani, che darà il via al borsino tra domanda e offerta, che vede iscritte quasi tutte le scuole superiori cittadine, italiane e slovene, e gli enti di formazione professionale. L’approccio attivo e l’esperienza diretta accanto agli apprendimenti formali: queste le nuove indicazioni che, a seguito anche di recenti direttive europee, devono caratterizzare i percorsi degli studenti italiani.

Come recepito anche nella legge n. 107/15, la cosiddetta “La buona scuola”, tutti gli studenti del triennio devono obbligatoriamente svolgere - almeno 200 ore per i licei e 400 ore per gli istituti tecnici e professionali - degli stages formativi professionalizzanti presso realtà del territorio.

Il Comune di Trieste in questa partita gioca un ruolo duplice: da un lato, si propone in modo attivo di offrire percorsi formativi per gli studenti, soprattutto in ambito culturale ed educativo; dall’altro si propone di favorire, come ente del territorio, l’incontro tra i soggetti interessati, facilitando scambi e patrimoni di conoscenza e agevolando il difficile lavoro delle scuole nel reperire destinazioni qualificate per gli studenti.

Il Comune infatti, oltre a regolare la partecipazione delle scuole attraverso l’Ufficio Progetti Speciali, Tirocini e Attività Extralavorative dell’Area Risorse Umane, Comunicazione e Servizi al Cittadino (stage@comune.trieste.it) e l'Ufficio Progetti di Rete – Infanzia Adolescenza Giovani dell'Area Educazione, Università, Ricerca, Cultura, Sport, vede coinvolti nei percorsi di alternanza scuola/lavoro i servizi educativi, le biblioteche cittadine, i musei scientifici e civici, il Polo Giovani, il Servizio Comunicazione, che già lo scorso anno hanno assorbito centinaia di studenti provenienti da molti istituti cittadini. All'incontro erano presenti anche i rappresentanti delle istituzioni come l'Ufficio Scolastico Regionale Fvg, la Regione Fvg – Area Istruzione, Formazione e Ricerca - e la Camera di Commercio di Trieste, oltre che alcuni enti di ricerca (Sissa, Area Science Park, Elettra Sincrotrone Trieste), e il mondo dell’associazionismo. Tutte le informazioni sono reperibili sul sito del Comune di Trieste www.retecivica.trieste.it. Comts/RF

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alternanza scuola/lavoro: il Comune di Trieste a fianco delle scuole

TriestePrima è in caricamento