Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

"Amatriciana solidale" in numeri: 1500 commensali e oltre 8 mila euro raccolti (FOTO e VIDEO)

Il bilancio dell'iniziativa del Comune con la Fipe e la Protezione Civile di Trieste è stato illustrato dall'assessore Giorgi: «Una bella risposta da parte della città»

Già avevamo scritto del grande successo riscosso dall'“Amatriciana Solidale” in piazza Ponterosso, la cena organizzata dal Comune di Trieste - assessorato al Commercio e dalla Fipe, in collaborazione con il Gruppo Volontari della Protezione Civile Comunale, lo scorso sabato 17 settembre, i cui numeri sono stati svelati oggi e tesimoniano ancora una volta la riuscita: ben 1542 commensali con ragguardevole risultato della raccolta fondi a quota 8088,39 euro.

«Una bella risposta da parte della città – ha commentato l'assessore comunale al Commercio ed eventi correlati Lorenzo Giorgi alla presenza anche del presidente della Fipe, Bruno Vesnaver (accompagnato da una delle "direttrici" dell'evento Laura Tonero), il consigliere comunale Michele Babuder, il tenente colonnello della Polizia locale Giorgio Alessio, il responsabile della Protezione Civile Comunale, il dirigente di Polizia Locale Paolo Jerman, la caposquadra della Protezione civile Milvia Chersi -. Grazie alla generosità di diverse aziende triestine che hanno consentito di ammortizzare i costi di organizzazione, con il supporto dell'Associazione Cuochi Trieste e la collaborazione dei due gruppi Facebook Nimvdm e Te son de Trieste se, compreso l'aiuto sul campo da parte degli assessori e consiglieri comunali, e tanta buona volontà, la serata ha visto una grande adesione da parte dei triestini. Una vera festa per tutti all'insegna della solidarietà. I fondi raccolti serviranno per far arrivare ad Amatrice e alle persone che stanno soffrendo un segnale importante che parte dal cuore dei triestini. Ad animare la serata anche diversi artisti triestini che hanno raccolto con entusiasmo l'invito a partecipare».

«L'intero Paese si è mosso dopo il terremoto come pure l 'Amministrazione municipale di Trieste il cui Consiglio comunale ha stanziato 50mila euro per  Amatrice. Nonostante gli intoppi burocratici sussistenti per questo tipo di manifestazioni a scopo benefico - si è tolto un sassolino Giorgi -, grazie alla Fipe, gli uffici comunali e a tutti coloro che hanno collaborato fin da subito attivamente, in primo luogo le aziende triestine che hanno fatto a gara per partecipare con la massima disponibilità, siamo riusciti a portare a buon fine questa manifestazione. Un'occasione ideale per raccogliere fondi a favore della popolazione gravemente colpita dal sisma. Anche la staffetta solidale non competitiva che si è tenuta a Miramare, a cui ho partecipato con entusiasmo assieme al consigliere comunale Camber, ha raggiunto un ricavato di 1500 euro».

«Ancora una volta Trieste dimostra che ha il cuore generoso – ha aggiunto l'assessore Giorgi – , non solo, l'habitat di piazza Ponterosso si è rivelato importante per certe manifestazioni e per rivitalizzare uno dei luoghi più caratteristici della città».

Paolo Jerman, ringraziando per l'opportunità offerta al Gruppo della Protezione civile comunale di partecipare in modo attivo all'iniziativa, essendo i volontari presenti alla cena per la raccolta fondi, ha precisato che sono stati conteggiati e versati direttamente sul conto corrente della Protezione civile 8.088,39 euro (di cui 70 le banconote da 50 euro).

«Sono soddisfatto anche per la speciale collaborazione con il Comune e la Protezione civile – ha sottolineato il presidente Vesnaver -. Quando si vuole, uniti si possono realizzare tante belle iniziative e la gente ha dimostrato di accoglierle bene. Anche i commercianti hanno molto gradito e per il futuro si potrebbe ideare una manifestazione di ampie dimensioni del genere la “fiera dei prodotti del mare”».

Milvia Chersi ha ha ricordato come questa sia «la prima volta che si fa una raccolta di fondi di questo tipo che ci ha fatto sentire parte della comunità, oltre alla gratificazione ricevuta nel prodigarsi per la popolazione colpita dal sisma come accade quanto interveniamo per aiutare in caso di altre calamità».

Un plauso all'iniziativa e al buon cuore dei triestini è stato espresso anche dal consigliere comunale Babuder che ha elogiato tutti coloro che hanno contribuito alla sua riuscita, dimostrando di sapersi attivare nelle emergenze con prontezza e altruismo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Amatriciana solidale" in numeri: 1500 commensali e oltre 8 mila euro raccolti (FOTO e VIDEO)

TriestePrima è in caricamento