Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca Piazza del Ponterosso

"Gara" di solidarietà per l'amatriciana in piazza Ponterosso: Comune e privati insieme per i terremotati

Appuntamento alle 19 di sabato 17 settembre in piazza Ponterosso: grande partecipazione delle aziende, artisti e gruppi Facebook della città

Sabato 17 settembre, alle ore 19, tutti i triestini sono invitati in piazza Ponterosso, a gustare un piatto di pasta all'amatriciana con un'offerta libera (di minimo 5 euro), per aiutare le popolazioni colpite dal sisma del 24 agosto.

La manifestazione benefica, organizzata dal Comune di Trieste-assessorato al Commercio e dalla Fipe, in collaborazione con il Gruppo Volontari della Protezione Civile Comunale, è stata illustrata in Municipio dall'assessore Lorenzo Giorgi, con al fianco Bruno Vesnaver, Laura Tonero, Alberto Kostoris, Max Tramontini, il responsabile della Protezione Civile Comunale Giorgio Alessio, il consigliere comunale Piero Camber, il dirigente di Polizia locale Paolo Jerman, e, tra gli altri, Michele Gamba di Promorun.

È stata una vera "gara" alla solidarietà quella delle diverse aziende triestine che hanno consentito di ammortizzare i costi di organizzazione, con il supporto dell'Associazione Cuochi Trieste e alla collaborazione con i due gruppi Facebook Nimvdm e Te son de Trieste se: a partire dalle 19 verrà cucinata una grande amatriciana che i triestini potranno gustare a fronte appunto di una minima offerta che sarà raccolta direttamente dai volontari della Protezione Civile.

Saranno cucinati 150 kg di pasta, ma ci saranno anche diversi artisti triestini a intrattenere il pubblico e che hanno raccolto con entusiasmo l'invito a partecipare.

«L'intero Paese si è mosso dopo il terremoto come pure l 'Amministrazione municipale di Trieste il cui Consiglio comunale ha stanziato 50 mila euro per  Amatrice, cittadina recentemente visitata dal vicesindaco Pierpaolo Roberti che ha incontrato nell'occasione il sindaco Pirozzi a cui ha rivolto il "caloroso abbraccio di tutta la comunità triestina" – ha affermato l'assessore Giorgi -.  I nostri volontari della Protezione Civile sono partiti immediatamente per Amatrice il 24 agosto dove breve tempo hanno allestito un campo per  l'accoglienza sia delle famiglie di sfollati che per gli stessi soccorritori. Nonostante gli intoppi burocratici sussistenti per questo tipo di manifestazioni a scopo benefico, grazie alla Fipe, gli uffici comunali e a tutti coloro che hanno collaborato fin da subito attivamente, in primo  luogo le aziende triestine che hanno fatto a gara per partecipare con la massima disponibilità, siamo riusciti a realizzare una "grande festa" della solidarietà. Un'occasione ideale per raccogliere fondi a favore della popolazione gravemente colpita dal sisma. Rivolgo un appello – ha sottolineato Giorgi – a tutti i triestini affinchè partecipino numerosi. Sabato 17 parteciperanno all'iniziativa di piazza Ponterosso anche la Giunta e i consiglieri comunali, che serviranno i piatti, affetteranno il prosciutto e puliranno i tavoli».

Continuano ancora a pervenire adesioni da parte di artisti che intratteranno il pubblico con esibizioni musicali: «Ancora una volta Trieste dimostra che ha il cuore generoso – ha infine aggiunto Giorgi -. E per il 24 settembre è già in programma anche una “staffetta a scopo benefico” che si svolgerà nel Parco del Castello di Miramare, organizzata dall'associazione Promorun e che sarà presentata in una prossima conferenza stampa».

ELENCO DELLE AZIENDE CHE HANNO ADERITO ALLA MANIFESTAZIONE DI SABATO 17 SETTEMBRE:

AcegasApsAmga ed Est Energy che forniranno l'elettricità e gli "abbeveratoi"; Associazione cuochi Trieste per gli "chef"; Creative visual academy riprenderà l'evento; Finzi carta; Flash per i gazebo; Mainardi Food; Met promo sns per le magliette; Metro Italia Cash and Carry; Overlook Comunicazione che si è occupato del "marketing"; Pertot Ecologia e Servizi per i wc chimici; Tombacco Distribuzione Bevande; Ulisse Express; Sagra dela Sardela e i locali di Vesnaver metteranno a disposizone le "cucine"; i gruppi Nimvdm e Te son de Trieste se; il panificio Viezzoli; il salumificio Sfreddo; la gelateria Antartide; l'associazione Ase Onlus che fornirà il servizio d'emergenza; il sindacato Fials-Confsal che ha già pagato 100 amatriciane per i suoi iscritti. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Gara" di solidarietà per l'amatriciana in piazza Ponterosso: Comune e privati insieme per i terremotati

TriestePrima è in caricamento