menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ambiente, assessore Sara Vito: «2015 anno particolare per qualità dell'aria»

L'assessore regionale all'Ambiente, Sara Vito, a margine della diffusione della relazione consuntiva dell'Arpa FVG: «La Regione avvierà a breve la procedura per l'aggiornamento del Piano regionale di miglioramento della qualità dell'aria»

«Il report Arpa 2015 sulla qualità dell'aria in Friuli Venezia Giulia conferma che si è trattato di un anno particolare, caratterizzato dalla presenza di condizioni meteorologiche favorevoli alle alte concentrazione degli inquinanti, tanto da generare motivi di allarme in tutto il Paese e spingere il ministro dell'Ambiente ad attuare uno specifico tavolo di lavoro per la gestione dell'emergenza. Tuttavia i dati dimostrano anche come la nostra regione si trovi in una situazione migliore rispetto al vicino bacino padano». A dirlo l'assessore regionale all'Ambiente, Sara Vito, a margine della diffusione della relazione consuntiva dell'Arpa FVG. 

Il report dell'Agenzia per la Protezione dell'ambiente evidenzia che la qualità dell'aria nel 2015 ha presentato un andamento in controtendenza rispetto al quinquennio precedente, soprattutto per quanto riguarda le polveri sottili. Le PM10 hanno superato, infatti, il limite dei 35 giorni con polveri superiori ai 50 microgrammi/m3 in una fascia della pianura occidentale e in una limita porzione della Bassa Friulana; tali superamenti sono tuttavia episodici, non legati cioè a fonti emissive puntuali, ma alle condizioni meteorologiche. 

«Il fatto che i superamenti ancorché frequenti siano episodici - precisa l'assessore Vito - mette ancor più in evidenza come le azioni da attuare per il contenimento delle polveri dovranno essere di tipo preventivo e soprattutto applicate a larga scala, anche in maniera transregionale, vista l'ampiezza del territorio coinvolto. Per questo motivo la Regione avvierà a breve la procedura per l'aggiornamento del Piano regionale di miglioramento della qualità dell'aria».

Il report Arpa indica, invece, una situazione in miglioramento per gli ossidi di azoto, il benzene, gli ossidi di zolfo e il monossido di carbonio, che non superano i limiti di legge a differenza di quanto accadeva negli anni passati. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Il deserto del Sahara ricoperto di neve: le foto sono virali

social

Cucina triestina: la ricetta dei capuzi garbi in tecia

Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Veicoli Commerciali

    Mezzi pesanti: regole e limiti di velocità

  • Scuola

    Metodo di studio: i consigli per memorizzare in poco tempo

Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento