Sequestrate 96 calze contraffatte in fiera di San Nicolò, denunciato ambulante

L'episodio è avvenuto domenica 8 dicembre, ultimo giorno della manifestazione. Rischia fino a due anni o la multa fino ad oltre 2000 euro

Un venditore ambulante presente alla fiera di San Nicolò in viale XX settembre a Trieste è stato denunciato dalla Polizia Locale per frode in commercio e rischia una pena fino a due anni o la multa fino a 2065 euro. L'episodio è avvenuto domenica 8 dicembre, ultimo giorno della manifestazione e ha visto coinvolto un ambulante che, secondo il Nucleo di polizia commerciale, vendeva calze con l'etichetta contraffatta. Gli uomini della PL hanno quindi provveduto al sequestro di 96 paia.  

L'ispezione degli agenti si era concentrata su alcuni prodotti per i quali l'etichetta indicava la composizione per il 60 per cento di alpaca e la restante percentuale realizzata in lana. Secondo la Polizia Locale però, subito un controllo più accurato sull'etichetta merceologica, "la verità era un'altra", vale a dire il 10 per cento di alpaca, ulteriore 10 per cento di nylon, il 20 per cento di lana e il 60 per cento di acrilico.   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piazza Sant'Antonio "musicale", da Londra arriva il progetto da sogno

  • Auto con 5 persone si cappotta a Santa Croce: tre minori al Burlo

  • Auto divorata dalle fiamme in garage a Valmaura, una testimone: "Ci dormiva gente, lì sotto c'è anarchia"

  • Piacenza-Triestina 1 a 2 | Le pagelle: bum bum Maracchi, l'Unione espugna Piacenza

  • Brutto incidente a Servola, quattro persone all'ospedale

  • Inseguiti a Rabuiese, gettano dal finestrino la marijuana: in manette tre giovani

Torna su
TriestePrima è in caricamento