Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca

Amianto, Fareambiente: «Bene "maxirisarcimento" ma c'è ancora molto da fare»

«Il valore della vita di una persona non è certo il prezzo di un risarcimento, manca ancora una prevenzione capillare»

«È un segnale importante quello di un altro cosidetto "maxirisarcimento" per l'amianto, però evidenzia quanto c'è ancora da fare su questo problema, ciò fermo restando che in ogni caso il valore della vita di una persona non è certo il prezzo appunto di un risarcimento» così si esprime Giorgio Cecco, coordinatore regionale di FareAmbiente in merito alla questione aminato in Fvg.

«Restano tante le condizioni da valutare in merito, come il fatto  per esempio che i lavoratori autonomi esposti non possono avere i benefici previdenziali previsti invece per i dipendenti - sottolinea Cecco - e poi manca ancora una capillare ed efficace prevenzione non solo nell'industria, ma soprattutto per la presenza dell'amianto negli immobili di civile abitazione».

«Considerati gli elevati costi per lo smaltimento auspichiamo si rinnovino le risorse per i contributi ai privati cittadini e condomini da parte della Regione, come quelli a suo tempo previsti dalla Provincia di Trieste, tutto ciò per agevolare gli interventi di riparazione e soprattutto di asporto del pericoloso materiale, nonchè ci sia un adeguato monitoraggio dei siti. C'è ancora molto da fare sulla prevenzione affinchè la logica economica del momento non vinca sulla salute di chi lavora, sul futuro delle persone e dell'ambiente». Conclude il responsabile del movimento ecologista.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Amianto, Fareambiente: «Bene "maxirisarcimento" ma c'è ancora molto da fare»

TriestePrima è in caricamento