Cronaca

Gli "Amici del dialetto" bloccano gli eventi ma la rivista va al raddoppio

Il gruppo si occupa da quasi trent'anni di cultura triestina e giuliana promuovendo conferenze, spettacoli, tavole rotonde e concorsi. Quest'anno sono stati pubblicati quattro numeri del giornale "El Cucherle". L'ultimo numero è scaricabile nell'articolo

Il Circolo amici del dialetto triestino (Cadit) è costretto a interrompere le attività cultutrali in presenza, ma ha concentrato le sue energie sulla carta stampata. Quest'anno sono usciti infatti ben 4 numeri del giornale “El Cucherle” (contro i due normalmente stampati per singolo anno), un'operazione che ha contribuito a mantenere viva l'attenzione e la collaborazione dei suoi soci.

Il gruppo si occupa da quasi trent'anni di cultura triestina e giuliana promuovendo conferenze, spettacoli, tavole rotonde e mostre, oltre a concorsi letterari, fotografici e teatrali. La dottoressa Marina Carlini Zoglia, a nome del circolo ringrazia "per la cortese attenzione e la gradita collaborazione, con i nostri sinceri auguri di un sereno Natale e di un 2021 migliore del 2020, in cui confidiamo di poter riprendere alla grande la nostra attività su argomenti legati alla triestinità ma anche alla Venezia Giulia in generale".

Scaricabile a questo LINK l'ultima copia di "El Cucherle".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli "Amici del dialetto" bloccano gli eventi ma la rivista va al raddoppio

TriestePrima è in caricamento