rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Cronaca

Amministratori di Sostegno: nuovo Sportello del Comune

A Trieste è stato aperto uno sportello per gli amministratori di sostegno attivato dal Comune di Trieste-Area Promozione e Protezione Sociale su proposta dell’Associazione AsSostegno, presso la sede del Centro Civico di via Giotto 2, ogni martedì...

A Trieste è stato aperto uno sportello per gli amministratori di sostegno attivato dal Comune di Trieste-Area Promozione e Protezione Sociale su proposta dell'Associazione AsSostegno, presso la sede del Centro Civico di via Giotto 2, ogni martedì, dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 14.30 alle 16.30.
La figura dell'amministratore di sostegno è stata istituita nel 2004, a seguito all'approvazione della Legge 6 del 9 gennaio, con "la finalità di tutelare, con la minore limitazione possibile della capacità di agire, le persone prive in tutto o in parte di autonomia nell'espletamento delle funzioni della vita quotidiana, mediante interventi di sostegno temporaneo o permanente".
In sostanza una persona che ha la funzione di garantire un sostegno strutturato a quelle persone che, per effetto di un'infermità o di una menomazione fisica o psichica, si trovano nell'impossibilità, parziale o temporanea, dell'esercizio dei propri diritti: disturbati psichici, anziani della quarta età, handicappati sensoriali, alcolisti, tossicodipendenti, soggetti colpiti da ictus, malati, ecc. Il giudice tutelare, cui compete la nomina dell'Amministratore di sostegno, preferisce, ove possibile, il coniuge (che non sia separato legalmente), la persona stabilmente convivente, il padre, la madre, il figlio o il fratello o la sorella, o comunque un parente entro il quarto grado. La normativa regionale (L.R. 6/2006 e L.R. 19/2010) ha recepito tale istituto e provveduto a promuovere azioni concrete per lo sviluppo sul territorio di servizi di supporto alla figura dell'amministratore di sostegno, ai fini di una corretta e capillare applicazione dello strumento, che rappresenta fra l'altro un approccio più flessibile e meno spersonalizzante rispetto ai tradizionali istituti di tutela (tutore) e curatela (curatore).

"In tal senso - ha detto l'assessore Famulari - l'Area Promozione e Protezione Sociale ha accolto la proposta dell'Associazione AsSostegno, attiva dal 2010, per aprire presso una struttura comunale uno sportello di ascolto e di informazione, allo scopo di fornire alla cittadinanza un importante punto di riferimento, per il supporto tecnico e giuridico agli amministratori di sostegno e a coloro, volontari o familiari, che intendono offrire la propria disponibilità ad assumere tale funzione, per la consulenza alle persone fragili, alle loro famiglie, e agli operatori del Servizio Sociale dei Comuni. E a breve, a partire dal 1° febbraio, saranno istituiti dei corsi di formazione necessari per l'iscrizione all'albo gestito dal Comune e istituito il 23 dicembre del 2011".

Un altro sportello è già attivo dall'agosto 2010 presso l'Ufficio del Giudice di Pace in via Coroneo 13 (ogni mattina, il lunedì, il mercoledì e il venerdì, dalle 9 alle 12).
"Degli utenti seguiti dai Servizi comunali sono circa 165 che hanno l'amministratore di sostegno -ha precisato la Famulari - e 1326 il numero delle pratiche in essere, dal 2004, presso il Tribunale di Trieste".

I corsi gratuiti, con un numero massimo di 60 partecipanti, partiranno dal 1° febbraio, ogni mercoledì (per 4 mercoledì: l'8, 15 e 29 febbraio), presso la Sala Matteucci del Centro Servizi per il Volontariato in Galleria Fenice 2, dalle 15 alle 18. Per informazioni e iscrizioni via mail l'indirizzo è: irsses@irsses.it o telefonando al numero 040-309968.

Per informazioni e iscrizioni all'albo ci si può all'Unità Operativa Domiciliarità anziani, presso la sede di via Mazzini 25 (dott. Iancer: 040-6754368) o all'Associazione AsSostegno) cui saranno consegnati i moduli per le domande di iscrizione agli interessati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Amministratori di Sostegno: nuovo Sportello del Comune

TriestePrima è in caricamento