rotate-mobile
Lunedì, 27 Giugno 2022
Ritardi / Barriera Nuova - Città Nuova / Via del Coroneo

Ha un malore ma i soccorsi arrivano dopo 20 minuti, Zalukar di nuovo contro Sores

Protagonista dell'episodio un anziano che lo scorso 5 aprile ha riportato un brutto trauma facciale. "Una volta i soccorsi arrivavano in tre, quattro minuti". Ennesima interrogazione del consigliere regionale ex di Forza Italia

Ha un malore, stramazza al suolo e nella caduta si procura numerose ferite al volto ma l'ambulanza arriva dopo 20 minuti dopo la prima telefonata al 112. Il consigliere regionale Walter Zalukar ha presentato l'ennesima interrogazione in merito al suo cavallo di battaglia, il ritardo dei soccorsi dovuti alla gestione della Sores, la centrale unica con sede a Palmanova. L'episodio è avvenuto lo scorso 5 aprile alle 11:30 nei pressi di via Coroneo, a Trieste. "La zona dista meno di un chilometro dall'ospedale Maggiore - scrive Zalukar - ma l’uomo è sempre a terra, sanguina, partono ulteriori solleciti al 112 ed il tempo continua a scorrere".

La versione di Zalukar

L'ambulanza, secondo quanto riporta l'ex forzista, arriva alle 11:50. "Sono passati oltre 20 minuti dalla prima telefonata. Una volta, quando a Trieste c’era ancora il 118, per un soccorso in centro città ci volevano di norma 3-4 minuti, o anche meno". Per Zalukar una delle cause è la Centrale unica. "Evidentemente - sottolinea - c’è qualcosa che non va nell’organizzazione, nella gestione dei mezzi di soccorso, perché questi non sono diminuiti, anzi negli anni sono aumentati, e neppure risulta che ci sia un incremento delle richieste di soccorso. La settimana scorsa avevo raccontato di una signora di 96 anni con frattura di bacino e costola che aveva atteso l’ambulanza per ben 10 ore, nonostante i solleciti della figlia al 112".

"Un servizio che meriterebbe ben altra attenzione"

Il caso più eclatante denunciato da Walter Zalukar era stato quello riferito al decesso di un ospite della casa di riposo Livia Ieralla, sull'altipiano carsico in località Gropada. In quell'occasione (era il 3 gennaio ma la notizia era emersa solamente alla fine del mese di marzo ndr), il consigliere regionale non era andato troppo per il sottile. "Inaudito" l'aggettivo utilizzato per definire la macchina dei soccorsi. Per quanto riguarda invece la situazione generale, Zalukar conclude così: "Avevo anche rivolto un’interrogazione alla Giunta per sapere cosa intendesse fare per interrompere questa lunga serie di ritardi di soccorso che si susseguono da troppi anni. Ad oggi nessuna risposta, eppure un servizio essenziale per la vita e la salute dei cittadini meriterebbe ben altra attenzione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ha un malore ma i soccorsi arrivano dopo 20 minuti, Zalukar di nuovo contro Sores

TriestePrima è in caricamento