Cronaca

Arcigay Trieste: «Matrimonio gay, soddisfazione per voto sloveno ma possibile referendum»

Non nasconde la propria gioia e soddisfazione Arcigay Trieste che tramite la propria pagina facebook posta la notizia in diretta l'approvazione del Parlamento: «Possibile referendum qualora venissero raccolte abbastanza firme»

«Il parlamento Sloveno ha votato in favore dell'amore e dell'uguaglianza!! Con grande emozione vi informiamo, che con una maggioranza di 51 a favore e 21 contrari, il parlamento Sloveno ha approvato la legge che equipara il matrimonio omosessuale a quello eterosessuale». Non nasconde la propria gioia e  soddisfazione Arcigay Trieste che tramite la propria pagina facebook posta la notizia in diretta dell'approvazione del Parlamento.

«Un po di chiarimenti - spiega Arcigay Trieste -  in seguito alle vostre domande. La nuova legge Slovena prevede, che il matrimonio è un unione tra due persone, non più tra marito e moglie. La legge dovrà essere firmata dal presidente della repubblica. Se ciò accadrà la legge entrerà in vigore dopo sei mesi dalla firma. Nel caso vengano raccolte abbastanza firme per il referendum, la Corte Costituzionale Slovena dovrà decidere se permettere o meno il referendum. A quanto sembra, in quanto la nuova legge non va a modificare ulteriormente l'attuale legge, possono e potranno contrarre matrimonio anche persone senza cittadinanza ne residenza in Slovenia»

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arcigay Trieste: «Matrimonio gay, soddisfazione per voto sloveno ma possibile referendum»

TriestePrima è in caricamento