rotate-mobile
Cronaca

"Il Pd sostiene l'insostenibile, l'aria a Trieste è pulita"

L'assessore all'Ambiente Fabio Scoccimarro risponde alle polemiche innescate dall'intervento, in materia di Pm10, del dem Roberto Decarli. "Mi chiedo dove fosse quindi De Carli quando i dati di Servola facevano impallidire quelli attuali. Non era forse la sua componente politica ad amministrare il Comune, la Provincia, la Regione e lo Stato?"

TRIESTE - "Ammiro la perseveranza di alcuni esponenti del Pd nel sostenere l'insostenibile, a maggior ragione dopo un risultato straordinario in termini politici, oltre che amministrativi e tecnici, come quello raggiunto con la riqualificazione dell'area a caldo della Ferriera di Servola. Dopo più di due anni dallo spegnimento, lo scandalo che dovrebbe indignare la città di Trieste sarebbe il "picco" di PM10 registrato a oltre 3,5 chilometri di distanza in linea d'aria dall'ex stabilimento". A dirlo è l'assessore all'Ambiente Fabio Scoccimarro, rispondendo alle parole del dem Roberto Decarli in merito all'inquinamento registrato in città. 

"Mi chiedo dove fosse quindi De Carli quando i dati di Servola facevano impallidire quelli attuali. Non era forse la sua componente politica ad amministrare il Comune, la Provincia, la Regione e lo Stato? Noi abbiamo avviato una riqualificazione modello in Europa come quella dell'area a caldo, abbiamo più che raddoppiato i fondi per politiche ambientali, e ricordo che la città di Trieste nel 2022 non supererà i limiti di legge previsti per il particolato atmosferico: infatti l’andamento di quest’anno rafforza la tendenza osservata negli ultimi anni di monitoraggio con una aria normalmente pulita. Certo si può fare di più, infatti stiamo lavorando per questo". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Il Pd sostiene l'insostenibile, l'aria a Trieste è pulita"

TriestePrima è in caricamento