"In Fvg si respira aria buona" il report dell'Arpa sul 2019

Permangono criticità riguardo all'ozono, da monitorare i livelli di benzoapirene. Nelle prossime settimane i dati relativi ai mesi dopo la chiusura dell'area a caldo della Ferriera. Scoccimarro: "Puntiamo a diventare capofila a livello comunitario, anticiperemo obiettivi Green Deal"

Foto: Aiello

Complessivamente buona e in costante miglioramento la qualità dell'aria in Fvg dal 2015 al 2019, così riporta la relazione annuale, redatta di Arpa Fvg basata sui criteri nazionali ed europei. Risolti i problemi legati agli ossidi di azoto e del benzene, gli unici inquinanti da monitorare rimangono le polveri sottili, in particolare nel Pordenonese e nella Bassa Friulana, e il benzoapirene, presente in quantità molto basse ma, secondo i tecnici Arpa, da tenere sotto controllo. Il benzoapirene è prodotto anche da stabilimenti industriali come la Ferriera e dalle combustioni inefficienti, soprattutto dei ciocchi di legno, e secondo gli esperti sarà necessario lavorare per ridurre questa quantità individuando le sorgenti che la producono. I dati sono stati illustrati oggi in conferenza stampa dall'assessore regionale alla difesa dell'ambiente Fabio Scoccimarro assieme al direttore generale di Arpa Fvg, Stellio Vatta.

Critici invece i livelli di ozono, un problema tuttavia relativo a tutta l'area europea, che risulta anch'esso in leggero miglioramento. Si registrano infatti picchi molto meno intensi rispetto a un decennio fa, nonostante le condizioni climatiche e il surriscaldamento globale remino contro la remissione del fenomeno.

Focus sulla Ferriera

Per quanto riguarda Servola e la Ferriera si è rilevato che per il quadrienno 2016-2019 le emissioni degli altoforni, della cokeria e del campo di colata sono state disperse per lo più in direzione del mare, con episodi di dispersione verso i quartieri limitrofi. Marcata la variabilità nei quattro anni: il 2017 è stato l’anno più critico e al contrario nel 2018 si è verificato un numero ridotto di superamenti. A tali differenze ha sicuramente contribuito la variabilità meteorologica. Le emissioni di polveri dell’impianto hanno determinato, in ciascuno dei 4 anni analizzati, lo sforamento del limite annuale, ossia 35 superamenti della soglia giornaliera. Tale sforamento ha interessato un’area variabile tra gli 8 e i 15 ettari (pari a circa 10-20 campi da calcio), dunque circoscritta agli impianti e ai depositi limitrofi, e a una piccola porzione di mare vicino. Non sono ancora disponibili i dati relativi al monitoraggio del 2020 dopo la chiusura dell'area a caldo, che verranno comunicati nelle prossime settimane.

Scoccimarro: "Anticiperemo obiettivi Green Deal"

"I dati che ci troviamo a commentare - ha spiegato Scoccimarro - sono testimonianza dell'attenzione dell'amministrazione regionale sul fronte ambientale: un versante sul quale la Giunta intende investire con forza, non solo per rispettare ma addirittura per anticipare le scadenze fissate dal Green Deal europeo." "L'obiettivo - ha rimarcato l'assessore - è di affermare il Friuli Venezia Giulia quale capofila a livello comunitario nell'uso efficiente di risorse, nello sviluppo di un'economia pulita e circolare e nella riduzione dell'inquinamento: traguardi fissati al 2050, ma che la nostra regione può ambire a tagliare entro il 2045".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Mail17Tx0007 (3)-2-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Visite Rsa e accesso ai teatri e cinema: ecco la nuova ordinanza di Fedriga

  • Fedriga firma l'ordinanza: ecco le linee guida per la gestione dei contatti a scuola

  • Stretta in Slovenia, è lockdown a metà: paese diviso in zone

  • "Un caro saluto a tutti i negazionisti": il selfie dalla Terapia intensiva di Cattinara

  • Coronavirus, in Fvg 165 nuovi contagi e un decesso

  • Con un semplice raffreddore si potrà andare a scuola senza tampone

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento