menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Arrestati due "Topi d'Appartamento"

Nell’ambito di specifici controlli del territorio finalizzati a prevenire in particolare il fenomeno dei furti in appartamento e altri reati predatori, personale della Squadra Mobile della Questura, coadiuvato da quello della Squadra Volante e del...

Nell'ambito di specifici controlli del territorio finalizzati a prevenire in particolare il fenomeno dei furti in appartamento e altri reati predatori, personale della Squadra Mobile della Questura, coadiuvato da quello della Squadra Volante e del Polo di coordinamento di San Sabba, ha arrestato ieri sera per furto aggravato in concorso due cittadini serbi, Miroslav Dzelatovic e Milan Markovic, entrambi nati a Loznica, rispettivamente nel 1971 e 1970, già noti alle forze dell'ordine per specifici reati.
In particolare il Dzelatovic aveva compiuto una serie di furti in abitazione in città negli anni 1992 e 1993.
I due sono stati notati in via Schimdl camminare con passo accelerato ed atteggiamento sospetto e sono stati fermati e identificati.
Apparendo nervosi e non sapendo dare contezza della loro presenza in quel luogo sono stati sottoposti a perquisizione personale.

Sono stati rinvenuti due cacciaviti di grosse dimensioni infilati nei pantaloni del Dzelatovic, alcuni monili d'oro, 890 euro in banconote di vario taglio, un paio di guanti in pelle nera e una torcia di piccole dimensioni. I monili e i soldi erano infilati in una borsa in nylon riposta nella tasca interna del giubbotto. Venivano rinvenute, invece, due grosse pietre e un paio di guanti in cotone e lattice di colore grigio nella tasca anteriore del giubbotto del Markovic.

Alla luce di ciò, gli operatori effettuavano un monitoraggio della zona, evidenziando che al civico 6 della via Schmild vi era una villetta con una finestra della camera da letto completamente aperta e riportante evidenti segni di effrazione.

Nel frattempo giungeva il proprietario della stessa, il quale comunicava di essere uscito di casa qualche ora prima e di essere appena rientrato e con lui è stata effettuata una ricognizione all'interno della casa. Si rilevava, pertanto, che ignoti avevano appena rovistato all'interno dopo esservi acceduti attraverso la forzatura della finestra della camera da letto e che dalla stessa mancavano alcuni monili d'oro.

Esibiti al proprietario quelli rinvenuti addosso al Dzelatovic, lo stesso li riconosceva come quelli di sua proprietà appena asportati.
I due cittadini serbi sono stati, perciò, accompagnati in Questura, arrestati e associati presso la locale Casa circondariale.
Nell'ambito dei controlli, inoltre, sono state controllate e identificate 135 persone e sono state fermate 80 autovetture.


Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Torta rustica di polenta e verdure: la ricetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento