Cronaca

Arrestato in flagranza mentre spacciava hashish vicino al Silos

Aveva con sé un panetto da 100 grammi della sostanza e più di 900 euro tra contanti e ricevute

Foto di repertorio

Un cittadino afghano è stato notato dalle pattuglie della Squadra mobile della questura in piazza Libertà vicino al "Silos" mentre parlava con un connazionale in atteggiamento sospetto. Aveva con sè un panetto da 100 grammi di hashish, come poi rilevato dagli agenti in seguito a un controllo, oltre che una dose già confezionata e pronta per la "vendita". 

È successo nel tardo pomeriggio di venerdì 28 aprile, intorno alle 18:30, ed è stata l'emotività a tradire Mohammadzai Hamidullah quando gli agenti, nell'ambito di un mirato monitoraggio della zona, lo hanno fermato e interpellato, notando da subito un intenso tremore alle mani e una profonda agitazione. Nato in Afghanistan nel 1991 e residente a Gioiosa Ionica in provincia di Reggio Calabria, era domiciliato a Trieste e titolare di permesso di soggiorno per protezione sussidiaria, rilasciato in Calabria.

Possedeva anche 2 telefoni cellulari, di 170 euro in contanti e di una ricevuta di pagamento Postepay per oltre 750 euro. Il giovane, che aveva già a suo carico una condanna di primo grado, è stato arrestato e condotto alla casa circondariale del Coroneo
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrestato in flagranza mentre spacciava hashish vicino al Silos

TriestePrima è in caricamento