Venerdì, 17 Settembre 2021
Cronaca

Arrestato pedofilo triestino: molestava ragazzine sugli autobus

Denunce a suo carico pesanti: violenza sessuale, corruzione di minorenne e atti osceni in luogo pubblico. Indagini curate dalla Polizia Locale: l'uomo rischia 18 anni di carcere

La Polizia Locale di Trieste ha svolto un'indagine lunga e complessa, ma che alla fine ha assicurato alla giustizia un pedofilo. Una brutta storia, successa qui in città, che vede protagonista un triestino di 32 anni, N.O., disoccupato.

Tutto è iniziato nel settembre dell'anno scorso: alcuni genitori si sono rivolti alla Polizia Locale ed ai Carabinieri di via dell'Istria per denunciare che le loro figlie erano state vittime di atti osceni sull'autobus. L'allora non identificato N.O., prendeva un autobus a caso, si avvicinava alla ragazzina scelta e - facendo ben attenzione ad esser visto da lei sola - esibiva il proprio organo sessuale.

Sono seguite poi ancora una decina di altre denunce nei mesi successivi, fino all'ultima, la più grave, in cui l'atto osceno si è concretizzato in una vera e propria molestia sessuale, sempre ai danni di una ragazzina: un'evoluzione preoccupante della devianza del soggetto.

«L'età delle vittime varia dai 12 ai 16/17 anni, tutte minorenni e comprensibilmente molto scosse dalla brutta esperienza - spiega la Polizia Locale -. Ma coraggiose, perché hanno avuto la forza di parlarne, prima con la famiglia e poi con i tutori dell'ordine».

Le denunce sono giunte sul tavolo del Pm De Bortoli che ha incaricato la Polizia Locale delle indagini, per nulla semplici: una scelta non casuale, poiché «da tempo gli operatori del Nucleo di polizia giudiziaria sono debitamente formati a trattare i casi delicati - come questo - della violenza di genere». Dai colloqui con le vittime - supportate anche da uno psicologo infantile - e dalle pochissime testimonianze, gli Ufficiali sono riusciti a dare prima un volto e poi un nome all'individuo.

Ieri l'arresto giunto a casa del sospettato (in esecuzione del Decreto del gip Patriarchi, chiesto dal Pm) e la perquisizione dell'appartamento dalla quale sono emersi altri elementi utili all'indagine. Ora N.O. è agli arresti domiciliati a disposizione del Magistrato per gli interrogatori: deve rispondere di violenza sessuale, corruzione di minorenne e atti osceni in luogo pubblico e rischia fino a 18 anni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrestato pedofilo triestino: molestava ragazzine sugli autobus

TriestePrima è in caricamento