Cronaca

Ubriaco contromano in Gvt, l'assassino dei due 30enni triestini è a casa

Arresti domiciliari per Josif Jitaru Celestin, il 33enne di origine rumena che nella notte del 20 giugno scorso aveva percorso per più di due chilometri contromano la Grande viabilità triestina scontrandosi frontalmente con un auto e uccidendo due giovani triestini

Sono stati disposti gli arresti domiciliari per Josif Jitaru Celestin, il 33enne rumeno che nella notte del 20 giugno scorso con un tasso alcolemico di 3,14 g/litro (limite legale massimo 0,5 g/litro, n.d.r.), aveva percorso per più di due chilometri contromano la Grande viabilità triestina schiantandosi frontalmente con un'auto e uccidendo sul colpo la 36enne Valentina Gerlanz, mamma triestina di due bambini e Luca Sussich, triestino di 35 anni.

La Volkswagen Golf guidata a forte velocità dall'uomo si era schiantata frontalmente contro la Nissan Qashqai guidata da Luca Sussich uccidendo il guidatore e la passeggera e ferendo gravemente le altre tre persone a bordo.

Inutili erano state le segnalazioni di un'auto della Guardia di Finanza che aveva tentato di fermarlo, ma addirittura Iosif Jitariu Celestin aveva spento i fari della propria auto cercando di non farsi identificare.

Ora il 33enne Josif Celestin è agli arresti domiciliari a casa. Indossa un braccialetto elettronico che permetterà il suo continuo controllo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ubriaco contromano in Gvt, l'assassino dei due 30enni triestini è a casa

TriestePrima è in caricamento