Arrestato in un hotel di via Geppa, latitante dietro le sbarre

Il personale della Squadra Volante l'ha rintracciato e, dopo i controlli e le formalità di rito, l'ha accompagnato in carcere

Nella notte la Polizia di Stato ha eseguito un ordine di carcerazione nei confronti di un cittadino croato, D.V., nato nel 1969 e responsabile di diversi reati contro il patrimonio. Il provvedimento è stato emesso nel marzo 2019 dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Udine. E’ stato rintracciato e identificato presso un hotel di via della Geppa da personale della Squadra Volante. Dopo gli accertamenti e le formalità di rito, l’uomo è stato accompagnato pressa la locale Casa circondariale dove dovrà scontare 3 anni e 3 mesi di reclusione. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparsa nel 2019, il suo cadavere a Miramare sette mesi dopo: la vittima si chiamava Karin Furlan

  • Referendum: Trieste la provincia italiana con la più alta percentuale di no

  • Incidente in galleria Carso: quattro auto coinvolte e strada chiusa

  • Si accascia al suolo in via delle Torri: cinquantenne a Cattinara

  • Diciassettenne scomparsa da giorni in Carso, l'appello della polizia slovena

  • Malasanità: bimba morta in ospedale, Trieste sede neutrale dell'incidente probatorio

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento