rotate-mobile
Venerdì, 21 Giugno 2024
Cronaca Galleria Fernetti

Torna in Italia dopo varie "espulsioni" e condanna: arrestato dalla Guardia di Finanza

Nella notte del 25 novembre scorso, durante un pattugliamento delle aree di confine, un equipaggio della Compagnia di Prosecco ha provveduto a controllare nei pressi del valico di Fernetti un’auto proveniente dalla Slovenia, di proprietà e condotta da un cittadino rumeno che poi è emerso essere latitante

L’intensificazione dei controlli del territorio nella provincia di Trieste disposti dalla Guardia di Finanza hanno permesso di conseguire risultati di oggettiva rilevanza, a dimostrazione della necessità di rafforzare l’azione di prevenzione soprattutto presso determinati punti sensibili. Nella notte del 25 novembre scorso, durante un pattugliamento delle aree di confine, un equipaggio della Compagnia di Prosecco ha provveduto a controllare, nei pressi del valico di Fernetti, un’auto proveniente dalla Slovenia, di proprietà e condotta da un cittadino rumeno.

L'atteggiamento assunto dall'uomo alla guida ha fatto ubito sospettare che stesse nascondendo qualcosa: nervosismo e gestualità denotavano insofferenza ai controlli e hanno immediatamente suggerito ai militari di avviare più approfonditi riscontri a mezzo delle banche dati in uso al corpo. È infatti emerso che nei confronti di D.P., 47 anni, pendeva un decreto di esecuzione di carcerazione emesso nel mese di ottobre 2014 dalla Procura della Repubblica presso il tribunale di Treviso per una reclusione di 7 mesi e 28 giorni, per recidività nei reati inerenti la normativa sulla condizione dello straniero: non aveva ottemperato ripetutamente a vari decreti di espulsione.

Al termine degli accertamenti D.P. è stato arrestato dalle Fiamme gialle e posto a disposizione dell’autorità giudiziaria una volta condotto nel carcere di via del Coroneo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torna in Italia dopo varie "espulsioni" e condanna: arrestato dalla Guardia di Finanza

TriestePrima è in caricamento