menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ugl Polizia: «Profughi tornano ai Silos: piu liberi e privi di controlli»

Il segretario generale provinciale Ugl Polizia di Stato, Alessio Edoardo, commenta l'arresto di tre richiedenti asilo sorpresi e fermati dopo il tentativo di fuga dai Carabinieri nei pressi del Silos con mezzo chilo di hashish nello zaino: «Bisogna trovare al più presto una soluzione sicura»

Dopo la notizia dell'arresto di tre richiedenti asilo, uno Afgano e gli altri due Pakistani, dopo aver tentato inutilmente la fuga con mezzo kg di hashish nello zaino, il segretario generale provinciale Ugl Polizia di Stato, Alessio Edoardo, tuona ancora una volta sulla questione Silos: «Siamo all'ennesima dimostrazione, che evidenzia il fallimento dei provvedimenti presi fin'ora nei riguardi dei profughi e dei richiedenti asilo, non è servito spostarli a Valmaura, tanti se ne sono tornati al Silos perché piu liberi e privi di controlli, è chiaro che così non si può continuare».

«Bisogna trovare al più presto una soluzione sicura - continua il segretario Ugl -, per dare sicurezza ai cittadini e una certa dignità anche a quei profughi, che magari sono veramente tali e non sono venuti qui a delinquere come quelli all'ordine del giorno oggi». 

«Come sindacato siamo aperti a un possibile confronto con le autorità cittadine per dare il nostro contributo - conclude Alessio -, rendoci conto che non si può sempre criticare, ma ora piu che mai bisogna collaborare nel rispetto però delle problematiche che ci attanagliano da più parti».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Storie del territorio: perché il Friuli Venezia Giulia non è "il Friuli"

social

"Paga per sbloccare il pacco": la nuova truffa via sms

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Il Fvg resta in zona arancione

  • Cronaca

    Covid: quasi 5 mila controlli nell'ultima settimana, 37 le sanzioni

  • Cronaca

    In giro con coltello a serramanico: denunciato

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento