rotate-mobile
Giovedì, 18 Agosto 2022
Polizia

Arresto Ugo Rossi, Sap: "Chiediamo 'verità e giustizia, necessarie le body - cam"

Tamaro: "Fatti inaccettabili e aggravati perché commessi da una carica istituzionale. Bisogna sgomberare ogni dubbio su false denunce che spesso ingiustamente accusano le forze dell'ordine"

In merito all'arresto del consigliere Ugo Rossi nel ricreatorio Toti, con relative accuse dello stesso ala Polizia locale, interviene il segretario provinciale del Sap Lorenzo Tamaro. Riceviamo e pubblichiamo la nota.

Una notizia importante quella dei giorni scorsi dell'arrivo delle body cam per il servizio di ordine pubblico, una battaglia che solamente il SAP, anche qui a Trieste attraverso una campagna provocatoria dal nome “Verità e Giustizia”  ha affrontato per 9 anni anche con il supporto dei cittadini.

Attraverso l’acquisto nel 2013 delle spy-pen che video-fono registravano i servizi dei colleghi si voleva appunto arrivare a dotare le forze di polizia delle body cam in modo da sgomberare ogni dubbio su denunce che spesso ingiustamente accusano le forze dell'ordine con false denunce.

Fatti come quelli accaduti a Trieste al Ricreatorio Enrico Toti sono inaccettabili ed aggravati perchè  commessi da una carica istituzionale: un consigliere comunale. Solidarietà e vicinanza da parte del SAP agli operatori della Polizia Locale, all’Assessore Nicole Matteoni e alla dipendente comunale.

Siamo certi che le accuse di violenza, tortura, offese e minacce rivolte pubblicamente dal Consigliere Comunale Ugo Rossi nei confronti degli operatori della Polizia Locale sarebbero ancor maggiormente smentite se tutti gli operatori e gli uffici di polizia fossero dotati di telecamere.

In questo caso ci saranno più persone in grado di poter testimoniare su quanto accaduto, ma purtroppo non succede sempre così. L’auspicio è che le bodycam vengano messe a disposizione ad ogni agente di tutte le forze di Polizia e per ogni tipo di servizio; così facendo si potranno definitivamente rendere del tutto vane le false quanto surreali accuse di violenze e tortura. Siamo per la “Verità e Giustizia”! 

E’ inaccettabile che persone per bene, in questo caso gli operatori della Polizia Locale di Trieste e nel recente passato i militari dell'Arma dei Carabinieri, si trovino sottoposte ad accuse così infamanti per giunta da chi dovrebbe essere un esempio per i cittadini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arresto Ugo Rossi, Sap: "Chiediamo 'verità e giustizia, necessarie le body - cam"

TriestePrima è in caricamento