"Assistenti civici": si cercano 60mila volontari per vigilare sugli assembramenti

Non avranno compiti di Polizia, solo di informazione e invito al rispetto delle regole. A breve il bando su base volontaria, destinato a disoccupati che percepiscono reddito di cittadinanza. Il prefetto Valenti: "Potrebbero essere utili se impiegati in ambito movida". M5s Fvg: "Molti si sono già offerti volontari"

Foto di repertorio: Aiello

Saranno 60mila in Italia gli 'assistenti civici' che vigileranno sul distanziamento sociale e saranno reclutati su base volontaria tra gli inoccupati che percepiscono il reddito di cittadinanza o altri ammortizzatori sociali. Questo è quanto annunciato dal ministro per gli Affari regionali e le Autonomie Francesco Boccia e il presidente dell’associazione dei Comuni italiani Antonio Decaro. Secondo quanto si apprende il reclutamento dovrebbe avvenire su base volontaria e non dovrebbe dare diritto ad alcun compenso, almeno fino a quanto dichiarato finora. Gli assistenti saranno coordinati dalla protezione civile e dovrebbero essere in servizio fino al 31 luglio, quando scadrà lo stato di emergenza dichiarato dal governo.

Assistenti civici: cosa faranno

Il ministro ha detto che queste figure saranno in servizio per le "strade, nei parchi, fuori dalle chiese". Ma anche sulle spiagge, tra i banchi del mercato e nei luoghi della movida. Il loro compito sarà quello di "ricordare a chi ha meno memoria, ai ragazzi e non solo a loro, quali siano le regole della nostra convivenza", ma "svolgeranno anche altri lavori socialmente utili: per esempio potranno portare anche la spesa a casa a chi ne avesse necessità" .

Agli "assistenti civici" non sarà affidato alcun potere di polizia: lavoreranno "con gentilezza" e "con il sorriso", è stato detto, ma all’occorrenza potranno avvertire anche la Polizia locale per segnalare il mancato rispetto delle norme anti-Covid. I volontari indosseranno una pettorina blu e lavoreranno fino ad un massimo di 16 ore a settimana.

Il prefetto Valenti: "Utilità dipende da cosa potranno fare"

"Al momento non è chiaro il perimetro d'impiego di queste persone - ha dichiarato il prefetto di Trieste Valerio Valenti, raggiunto al telefono - Per il momento ci sono solo dichiarazioni di esponenti politici". Il prefetto sostiene comunque che in linea teorica considera "positivo ogni contributo a sostegno delle forze di Polizia nel controllo del territorio per il contenimento del contagio e mi auguro che queste figure possano aiutare sia i cittadini a capire ciò che possono e non possono fare, oltre a diventare sentinelle qualificate, posto che qualunque cittadino è sentinella di sè stesso e degli altri. Se gli obbiettivi sono questi il mio giudizio è positivo, attendiamo dati più certi". "Se è vero che saranno impiegati nell'ambito della movida ritengo possano essere molto utili - conclude -, così come a Barcola, una zona che ci interessa molto. Meno utile presidiare le spiagge regolamentate, dove è più facile sorvegliare i bagnanti e limitare gli ingressi".

M5s Fvg: "Molti si sono già offerti volontari"

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

D'accordo anche i consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle Dal Zovo, Capozzella, Sergo e Ussai: "La Regione e i comuni si attivino al più presto. Nel documento che abbiamo prodotto come contributo per la Fase 2 abbiamo indicato proprio la necessità di individuare progetti utili alla comunità come previsto dalla legge che ha istituito il Reddito di cittadinanza e il lavoro sulle spiagge, ma anche nei mercati e negli spazi dedicati alla 'movida', può rientrare indubbiamente in questa fattispecie. Molte persone che percepiscono il Reddito si sono offerte volontarie in questi mesi di emergenza, adesso vanno agevolate a seguire percorsi individuati dalle amministrazioni".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparsa nel 2019, il suo cadavere a Miramare sette mesi dopo: la vittima si chiamava Karin Furlan

  • Referendum: Trieste la provincia italiana con la più alta percentuale di no

  • Incidente in galleria Carso: quattro auto coinvolte e strada chiusa

  • Diciassettenne scomparsa da giorni in Carso, l'appello della polizia slovena

  • Si accascia al suolo in via delle Torri: cinquantenne a Cattinara

  • Malasanità: bimba morta in ospedale, Trieste sede neutrale dell'incidente probatorio

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento