Asugi, assistenza garantita a tutti gli ospiti delle case di riposo

L’azienda continua a lavorare a sostegno alle strutture residenziali mettendo in campo il personale dei distretti, delle USCA, della Centrale Operativa Territoriale, continuando la collaborazione quotidiana con i MMG, per garantire cure primarie adeguate agli ospiti delle residenze a tutela della salute di tutti

L'Asugi dall'inizio della pandemia e in una ottica integrata dei servizi tra area Isontina e Giuliana ha messo in atto per tempo tutte le azioni possibili e programmabili a tutela della salute pubblica. Il Piano Pandemico ha incluso numerose azioni organizzative che nel corso di questi mesi sono state attuate, fino a quando l’ondata epidemica non ha superato il lavoro anticipatorio di predisposizione di luoghi di cura adeguati alle esigenze assistenziali, da quelle di base a quelle di area critica.

Da un lato c'è l'impegno ad implementare tutti i posti di terapia intensive e semintensiva presso l'ospedale hub di Cattinara che prevede 26 posti di semintensiva al 13 piano e 30 di intensiva Covid al 12 piano, dall’altro abbiamo individuato nuovi spazi per assicurare assistenza per le i malati COVID a bassa complessità presso Villa Sissi e l’ RSA Cormons. Per questo setting assistenziale, l’azienda si sta organizzando per potenziare ulteriormente l’offerta, garentendo i percorsi assistenziali in sicurezza . La seconda ondata pandemica ha coinvolto nuovamente le case di riposo ma grazie al monitoraggio attivato nella prima fase, alla formazione del personale attuata la sinergia con il personale delle strutture ci ha permesso di assistere nelle case di riposo anche gli ospiti positivi, dove abbiamo potenziato l'assistenza con nostri organici garantendo così l'assistenza necessaria.

Infatti i dati di monitoraggio confermano sì l’elevato numero di positivi ma anche la negativizzazioni di ospiti soprattutto nell’area giuliana dove è iniziato prima il contagio rispetto all’area isontina, risparmiata dalla precedente ondata, ma ora colpita in diverse strutture. Si precisa inoltre, che gli ospiti positivi nelle case di riposo sono asintomatici o paucisintomatici gestibili nelle case di riposo. Dove invece risulti necessari il ricovero , questo avviene sempre in modo puntuale. Gli ospiti totali dell'area Isontina sono 959, di cui positivi erano 141 a inizio novembre, oggi sono 140. L'area Giuliana ha 2493 ospiti, al 1 ottobre 284 erano positivi, che oggi sono 199, avendo registrato 59 negativizzazioni. L’azienda continua a lavorare a sostegno alle strutture residenziali mettendo in campo il personale dei distretti, delle USCA, della Centrale Operativa Territoriale, continuando la collaborazione quotidiana con i MMG, per garantire cure primarie adeguate agli ospiti delle residenze a tutela della salute di tutti

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rischio zona rossa, ecco l'ordinanza Fvg: no caffè fuori dai bar e stop ad allenamenti

  • Covid, morire a 45 anni: il pizzaiolo Abbas lascia cinque figli e la moglie

  • Il Friuli Venezia Giulia rischia la zona rossa

  • Dinner cancelling: come funziona la dieta seguita da Fiorello per dimagrire

  • Caffè, asporto e consumo su suolo pubblico: i chiarimenti sull'ordinanza

  • La Regione valuta la stretta: nel mirino il caffè fuori dai bar e le cene tra amici

Torna su
TriestePrima è in caricamento