rotate-mobile
Martedì, 6 Dicembre 2022
Cronaca

Covid: cosa fare al rientro dall'estero dal 21 dicembre al 6 gennaio

Chi ha soggiornato nel Regno Unito e Irlanda del Nord nei 14 giorni antecedenti all’ultima ordinanza deve contattare via email il Dipartimento di prevenzione per sottoporsi a tampone. Isolamento fiduciario per chi rientra da alcuni paesi: la lista nell'articolo

ASUGI ricorda che il rientro in Italia dall’estero nel periodo dal 21 dicembre al 6 gennaio è regolato dal Dpcm del 3 dicembre, e dalla successiva Ordinanza del Ministero della Salute del 18 dicembre 2020. È possibile consultare l’elenco dei Paesi esteri al seguente link

In particolare, chi rientra dai Paesi dell’elenco C, D ed E deve sottoporsi a isolamento fiduciario e sorveglianza sanitaria per 14 giorni, contattando via email il Dipartimento di prevenzione di competenza agli indirizzi riportati sotto. Asugi ha pubblicato sul proprio sito le disposizioni aggiornate, alla seguente pagina n el paragrafo “Info rientro in Italia dall’estero”.

Regno Unito e Irlanda del Nord

Per quanto riguarda il Regno Unito e l’Irlanda del Nord, una nuova ordinanza del 20 dicembre 2020 del Ministero della Salute vieta a partire dal 20 dicembre l’ingresso in Italia alle persone che nei 14 giorni precedenti hanno soggiornato o transitato in questi Paesi. Coloro che sono rientrati in Italia prima del 20 dicembre, anche se asintomatici, e hanno soggiornato/transitato in tali Paesi nei 14 giorni antecedenti all’ordinanza devono contattare via email il Dipartimento di prevenzione di competenza per comunicare il proprio ingresso in Italia e per essere sottoposti al tampone.

Dipartimento di Trieste: profilassi.dip@asugi.sanita.fvg.it

Dipartimento di Gorizia: infettive.profilassi@asugi.sanita.fvg.it

Covid: un positivo sul volo Londra - Trieste, testati 90 passeggeri 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid: cosa fare al rientro dall'estero dal 21 dicembre al 6 gennaio

TriestePrima è in caricamento