menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Barellieri a rischio, siglato l'accordo con i sindacati

Un accordo mosso da un sentimento solidaristico nei confronti dei lavoratori interessati che vuole assicurare continuità al servizio, ma anche sostenere il raggruppamento di imprese nella volontà di miglioramento del servizio nella sua organizzazione e gestione.

Riportiamo integralmente il comunicato del Consorzio Fhocus:

Il Raggruppamento di imprese formato dal Consorzio FHOCUS e dalla COOPSERVICE SpA, in riferimento al servizio di accompagnamento intraospedaliero dei degenti a Cattinara e al Maggiore di Trieste, con il presente comunicato stampa intende dare notizia dell’ Accordo siglato oggi a Trieste in un incontro dovuto con le realtà sindacali firmatarie a livello Nazionale del CCNL applicato: Filcams CGIL, rappresentata da Andrea De Luca, Fisascat CISL rappresentata da Andrea Blau, UILTrasporti, rappresentata da Michele Cipriani e Natalizia Andresini, rappresentanti Giampiero Costantini per il Consorzio Fhocus e Giovanni Sbardella per Coopservice SpA. Un accordo mosso da un sentimento solidaristico nei confronti dei lavoratori interessati che vuole assicurare continuità al servizio, ma anche sostenere il raggruppamento di imprese nella volontà di miglioramento del servizio nella sua organizzazione e gestione.

Constatato che non sussistono più le condizioni dell’assorbimento previste all’articolo 4 del CCNL Multiservizi che verrà applicato ( in continuità al precedente contratto che avevano gli operatori), le parti concordano che verrà sostanzialmente mantenuto il monte ore complessivo precedente. Le imprese, nelle loro sedi, sono a disposizione sino alle ore 16.00 di sabato 4 maggio p.v. per illustrare ai singoli lavoratori i contenuti dell’accordo e le condizioni contrattuali offerte che non solo si discostano poco o nulla dalle precedenti, ma per dodici di loro (i part time più bassi) risulteranno più vantaggiose.

Ricordiamo che questo servizio è pagato a trasporto/accompagnamento. Se non ci sono richieste non si è pagati, ma all’operatore presente va garantita comunque invece la retribuzione. Infatti, la disdetta anticipata improvvisa dell’impresa Rekeep SpA è avvenuta, perché il servizio era in perdita. Il Fhocus Consorzio e Coopservice hanno invece dato la disponibilità all’Azienda Sanitaria Universitaria Integrata di Trieste a svolgere il servizio per i venti mesi restanti nella consapevolezza dei bisogni dei pazienti pur in presenza di un importo proposto inferiore di quasi il 35% (visto il calo di richieste) rispetto all’importo di gara che era stato proposto nel 2016. Questa riduzione significava anche una minore necessità di operatori, ma non si riteneva possibile scegliere né lasciare a casa nessuno, si poteva solo ripartire il monte ore restante di 700 ore settimanali in parti uguali ai 35 lavoratori. Durante l’incontro di ieri 2 maggio organizzato dall’Azienda Sanitaria con presente il dott. Antonio Poggiana, Commissario Straordinario, presente anche il Vicepresidente della regione FVG ed Assessore alla Salute Riccardo Riccardi, sono state invece presentate delle necessità ospedaliere per ulteriori servizi accessori (vedi presso il pronto Soccorso o per il periodo estivo) che, per essere soddisfatte, potranno richiedere una maggiore necessità di accompagnamenti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

'Enoteche d'Italia': la guida del Gambero Rosso premia anche Trieste

social

Nasa: arriva la prima foto panoramica di Marte

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento