rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Nuovi investimenti nell'edilizia popolare

Ater: oltre 30 milioni di interventi predisposti per il Pnrr

Previsti interventi di recupero in via Gemona, via Gradisca, via Pendice Scoglietto, via del Prato, via Boito. Approvato anche il bilancio 2021, i canoni per il 2022-2023 e il nuovo regolamento per gli inquilini

Sono stati predisposti oltre 30 milioni di interventi negli alloggi Ater, finanziati con i fondi del Pnrr. Lo ha decretato il Consiglio d’Amministrazione di Ater Trieste, con il presidente Riccardo Novacco e i consiglieri Paola Sgai e Daniele Mosetti, in occasione dell’approvazione del bilancio preventivo, la determinazione dei canoni di locazione di edilizia sovvenzionata per il biennio 2022-2023 e un aggiornamento del regolamento per gli inquilini.  Ma ha deliberato anche sugli interventi finanziati dai programmi Pinqua e soprattutto sul Pnrr, che inietterà risorse importanti per il patrimonio di Ater. 

Pnrr

La Regione lo scorso 18 novembre ha pubblicato un avviso pubblico per l’individuazione di proposte di intervento da finanziare appunto con i fondi complementari del PNRR, rivolto ai Comuni e alle Ater, per una quota di oltre a 61 milioni di euro e da ripartire tra gli aventi diritto. 

Gli uffici di Ater Trieste, hanno predisposto due filoni di intervento e, di comune accordo con le altre Ater regionali, per un importo complessivo di oltre 30 milioni, eccedente alla quota spettante, in considerazione di una possibile futura ulteriore disponibilità di fondi. Le tipologie di intervento sono: il recupero edilizio (euro 23.800.000) e la riqualificazione energetica involucro (euro 11.030.000). Importo complessivo: euro 34.830.000. 

Per quanto riguarda il primo filone, è previsto in via Tartini il recupero di 30 alloggi (5 milioni di euro), in via Gemona-via Gradisca 88 alloggi (13 milioni), via Pendice Scoglietto-via del Prato 24 alloggi (3 milioni), in via Boito 16 alloggi (2.8 milioni). Sul fronte della riqualificazione energetica, che riguarderà principalmente cappotti e serramenti, le opere sono previste in Strada di Fiume 50 52 56 (privati 32%) con 890mila euro, Baita Sales 64 (privati 17%) con 170mila euro Gabrovizza San Primo 57 57/A (privati 46%) con 450mila euro, Santa Croce 391 392 393 (privati 0%) con 350mila euro, via Tonello 1 15 (privati 26%) con un milione di euro, via Toscanelli 2 4 6 - Scala Campi Elisi 1 3 5 (privati 25%) con un milione e mezzo di euro, Domio 73 75 76 111 119 (privati 42%) con 870mila euro, via Mascagni 8 10 12 14 16 18 20 (privati 15%) con 4 milioni di euro, via Morgagni 2 4 6 8  - Via Schiaparelli 1 3 (privati 35%) con 1.8 milioni di euro. 

Canoni

Sono stati anche deliberati i canoni di locazione di edilizia sovvenzionata per il biennio 2022-2023. A tutela delle fasce più deboli, ha spiegato Novacco, è stata confermata per il prossimo biennio la tabella canoni del biennio precedente con un unico correttivo, in conformità alle disposizioni legislative, che riguarda la decadenza nel 2022 del beneficio economico previsto da Legge regionale a favore delle famiglie mononucleari che comporterà un lieve incremento della spesa (tra 4% e 6%). Viene inoltre confermata la modalità di rideterminazione del canone di locazione in caso di sopraggiunta diminuzione della capacità in misura non inferiore al 25% di quello originariamente preso a base per la quantificazione del canone. 

Regolamento inquilini

Dopo tre anni dall’ultima stesura, viene modificato il regolamento per la disciplina dell’inquilinato: “Ater ha ritenuto necessario intervenire - precisa sempre Novacco - in linea con la nuova giurisprudenza in materia e, soprattutto, per assumere una posizione più forte e attiva nel contrastare l’aumento significativo della conflittualità tra utenti”.

Personale Ater 

Approvato il regolamento per rendere strutturale lo smart working, dopo la sperimentazione svolta con buoni risultati di parte del lavoro a distanza, alla luce dell’emergenza sanitaria ancora in corso. 

Pinqua

Grazie ad un recente accordo con l’amministrazione comunale di Trieste, sono stati resi disponibili una quindicina di alloggi per il trasferimento dei proprietari tuttora residenti negli stabili di San Giovanni che saranno sottoposti agli interventi infrastrutturali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ater: oltre 30 milioni di interventi predisposti per il Pnrr

TriestePrima è in caricamento