Ater, al via la rimozione delle auto abbandonate: “Evento epocale” (FOTO)

Alcuni mezzi sono stati abbandonati ben 30 anni fa. L’avvio delle rimozioni è stato possibile grazie a un preciso protocollo, siglato da Ater, su imput del presidente Riccardo Novacco, e dal Comune, con il “braccio operativo” della Polizia Locale

Un intervento epocale per l’Ater. Così è stato definito oggi l’avvio ufficiale delle rimozioni dei mezzi abbandonati nei parcheggi di via Grego (Case dei Puffi), dove alcune auto, ridotte a rottami, stazionavano da oltre 20 anni. Le prime 18 sono state portate via dal carroattrezzi e appartengono principalmente a persone decedute e senza eredi. Ma complessivamente sono 74 i veicoli abbandonati rilevati sia in via Grego che in altri parcheggi Ater, in particolare nel comprensorio di Valmaura. Ai proprietari è stato inoltrato un avviso nelle scorse settimane. Rischiano una multa di 600 euro se non provvederanno a spostare i mezzi. 

L’avvio delle rimozioni è stato possibile grazie a un preciso protocollo, siglato da Ater, su imput del presidente Riccardo Novacco, e dal Comune, con il “braccio operativo” della Polizia Locale, ricordato oggi nel corso di una conferenza stampa sul posto. 

Novacco: "Installata segnaletica"

“Si tratta di una svolta importante - ha sottolineato Novacco - anche per lanciare un messaggio, affinchè questo fenomeno non si ripresenti più. Per questo abbiamo posizionato anche una chiara segnaletica, che avverte tutti sulla necessità di rispettare le regole”. Collocati nei parcheggi grandi cartelli, con l’avviso in evidenza, che ricorda come il posteggio sia riservato ai residenti, e poi il divieto di abbandonare i veicoli, e che quelli considerati rottami verranno rimossi con l' imputazione delle relative spese a carico dei proprietari. 

Polidori: "Un disagio che va avanti da decenni"

“Tutto questo è la dimostrazione che le cose si possono fare - ha sottolineato il vicesindaco Paolo Polidori - nel momento in cui le istituzioni hanno la volontà di risolvere un problema. Questo è un intervento epocale, a fronte di un disagio che va avanti da decenni. Grazie al presidente Novacco che si è subito speso per trovare una soluzione, in una situazione dove il fronte burocratico non era semplice. E sicuramente rappresenterà anche un deterrente per il futuro. Un grazie doveroso anche all’attività messa in campo dalla Polizia Locale”.

“Ed era anche un problema - aggiunge l’assessore comunale Luisa Polli - che riguardava l’ambiente. Lavorando in sinergia abbiamo ottenuto grandi risultati”. E l’importanza della collaborazione avviata è stata sottolineata anche dall’assessore comunale Lorenzo Giorgi, mentre il comandante della Polizia Locale Walter Milocchi ha ringraziato tutto il personale coinvolto sul campo. 

I primi due mezzi portati via, a margine della conferenza stampa, sono stai una vettura e un mini van. Presenti all’avvio delle rimozioni, che proseguiranno nei prossimi giorni, anche il direttore di Ater Franco Korenika, il responsabile della parte tecnica per Ater, Franco Romano, e il presidente della VII circoscrizione Stefano Bernobich. Durante le operazioni della Polizia Locale alcuni residenti sono scesi dalle case, ringraziando l’Ater per l’intervento lungamento atteso. Alcuni mezzi, ricordano gli abitanti delle palazzine, sono stati abbandonati ben 30 anni fa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zona arancione da domenica in Friuli Venezia Giulia

  • Calci e pugni in faccia a una 13enne, la madre: "Sta malissimo"

  • Il Gambero Rosso premia le migliori pasticcerie d'Italia, cinque sono a Trieste

  • Cadono in moto in galleria San Vito: grave il passeggero

  • Avviata la distribuzione gratuita di saturimetri in farmacia: chi ne ha diritto

  • Possibile stato d'emergenza fino ad aprile, e intanto il Fvg rischia la zona rossa

Torna su
TriestePrima è in caricamento