Cronaca

Attacco social contro il direttore del 118, la solidarietà dal mondo della politica

Ferma condanna da parte del Pd, MoVimento 5 stelle e Open Sinistra Fvg

Foto Aiello

A seguito degli attacchi no-vax ai profili “social” del primario del 118 di Trieste Alberto Peratoner, presidente per il Friuli Venezia Giulia del sindacato che rappresenta anestesisti e rianimatori (Aaroi Emac) e di Valtiero Fregonese, segretario regionale Anaao, Pd, MoVimento 5 Stelle e Open Sinistra FVG hanno condannato il gesto. Per il segretario regionale Pd Fvg Cristiano Shaurli, la solidarietà "è non solo giusta ma doverosa". "È inquietante che siano stati messi nell'obiettivo proprio quei professionisti che si sono spesi con coraggio e libertà per la causa della salute pubblica - ha aggiunto -. Senza distinzioni né esitazioni bisogna contrastare con la forza della ragione chi insinua il dubbio nella scienza e nella medicina".

"La campagna d'odio di cui sono adesso oggetto per il coraggio dimostrato nel denunciare chi assume posizioni ingiustificate di riluttanza alla vaccinazione, è inaccettabile - ha dichiarato Furio Honsell di Open Sinistra Fvg -. Ci si deve vaccinare non solamente per proteggere se stessi ma soprattutto per proteggere gli altri e ridurre le infezioni che favoriscono le varianti". Infine per il Gruppo del MoVimento 5 Stelle in Consiglio regionale "la condanna di queste forme di violenza e intimidazione, sia essa perpetrata sui social o attraverso altri mezzi, deve essere ferma, tanto più in un periodo in cui episodi di questo genere si ripetono troppo frequentemente”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Attacco social contro il direttore del 118, la solidarietà dal mondo della politica

TriestePrima è in caricamento