Cronaca

Attività "abusive" sui social, Confartigianato Trieste: «Intervenga il fisco, fenomeno in crescita»

Si va dai truccatori e parrucchieri a domicilio alle torte fatte in casa, per arrivare al noleggio di autocarri per il trasporto di merci, al restauro edilizio, alle officine meccaniche improvvisate nei garage privati

Sono sempre di più in Fvg le attività non regolari pubblicizzate online a prezzi stracciati, e con cui le imprese regolari non possono competere. Si va dai truccatori e parrucchieri a domicilio alle torte fatte in casa, per arrivare al noleggio di autocarri per il trasporto di merci, al restauro edilizio, alle officine meccaniche improvvisate nei garage privati.

Come dichiara il presidente di Confartigianato di Trieste Enrico Eva al TgR Fvg: «Il prezzo inferiore non garantisce qualità, professionalità e sicurezza. Sicuramente il mondo delle costruzione è quello che raccoglie più soggetti abusivi, soprattutto restauri d'appartamenti, di interni, oltre ad officine meccaniche, carrozzerie e alcuni settori di alimentazione che stanno emergendo».

Confartigianato sta segnalando già da tempo il fenomeno alla Polizia locale e al Nucleo accertamento tributari. Particolare attenzione viene prestata a coloro che effettuano massicci rifornimenti ai centri fai da te senza chiedere fattura. «Chiediamo al fisco di essere più attento a chi non segue le regole - è l'appello finale del presidente Eva alle forze dell'ordine - a discapito di chi, con pazienza e rigore, ogni giorno mi apre la saracinesca».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Attività "abusive" sui social, Confartigianato Trieste: «Intervenga il fisco, fenomeno in crescita»

TriestePrima è in caricamento