rotate-mobile
Istruzione / S. Giacomo - Ponziana / Via dell'Istria

Inaugurata "Aula Natura", in funzione da oggi al Burlo per i piccoli degenti

Quella del Burlo Garofolo è certamente l'aula natura più grande esistente ad oggi in Italia con i suoi 500 metri quadrati. Andrà ad integrarsi con il servizio "Scuola in ospedale" sviluppato negli ultimi anni grazie all'intervento della Regione e inserito, insieme alla istruzione domiciliare, nella legge regionale sull'istruzione

TRIESTE - Inuagurata questa mattina l'aula natura al Burlo Garofolo realizzata dal Wwf e donata da Procter & Gamble. Si tratta della 47esima realizzata in tutta il Paese - si punta a realizzarne 60 entro la fine del 2024 - e quella triestina è certamente la più grande come conferma la landscape architect che l'ha realizzata, Romana Kačič Lidén. Ma cosa sono le aule natura? Sono spazi verdi dove imparare dalla natura ed educare bambini e ragazzi al rispetto dell’ambiente, nelle scuole italiane e, da oggi, anche all’interno di un ospedale pediatrico per offrire spunti formativi ed anche terapeutici per i suoi piccoli pazienti. Il progetto "Aule Natura" del Wwf, sostenuto dal 2021 da Procter & Gamble, si pone l'obiettivo di trasformare i tradizionali giardini scolastici in vere e proprie aule a cielo aperto. L'aula natura del Burlo è stata sviluppata all’interno di un più ampio progetto di riqualificazione degli spazi esterni della struttura e nell’ambito del rapporto convenzionale con l’Istituto comprensivo Dante Alighieri e il liceo classico e linguistico Petrarca per lo svolgimento dell’attività didattica rivolta ai minori ricoverati presso l’Istituto, denominata “La Scuola in Ospedale” e promossa dall’Irccs Burlo Garofolo. Tra gli interventi quello di Stefano Dorbolò, direttore generale del Burlo Garofolo, Alessia Rosolen, assessore regionale alla formazione, istruzione, ricerca, università e famiglia, che ha evidenziato come "la Regione abbia posto da diversi anni in cima alle sue priorità la "Scuola in Ospedale" che è diventato uno dei modelli di eccellenza del sistema di istruzione a livello nazionale, e la nuova aula per lo svolgimento dell’attività didattica rivolta ai minori ricoverati qui al Burlo ne è una conferma. Abbiamo voluto inserire i servizi di "Scuola in Ospedale" e "Istruzione Domiciliare" nella legge regionale sull’istruzione garantendo risorse sia in termini di potenziamento dei percorsi didattici sia di formazione dei docenti da occupare per queste attività".

L'aula natura del Burlo Garofolo

Realizzata su una superficie di circa 500 metri quadrati all’interno del giardino dell’ospedale, l’aula natura di Trieste si sviluppa su uno spazio sinuoso, con un percorso, arricchito da vegetazione e alberi da frutto, pensato per facilitare ai bambini degenti e ai loro accompagnatori la fruizione di tutti gli elementi tipici dell’aula natura. Il sentiero centrale divide gli spazi in un ambiente umido, con lo stagno artificiale e il giardino delle farfalle realizzato con fiori nettarini e piante nutrici, e in un ambiente secco, con piante aromatiche e succulente. Le bat box, l’hotel per gli insetti, le cassette nido e le mangiatoie per gli uccelli installate nell’aula aumentano la biodiversità sostenendo la presenza di insetti e di avifauna, mentre le sedute di tronchetti in legno e le panchine, unitamente ad una lavagna e ai pannelli didattici, consentono agli operatori di organizzare momenti di apprendimento all’aperto per un maggiore coinvolgimento dei bambini, che avranno così modo di conoscere, vedere e toccare con mano fiori, frutti e animali, di osservare il cambio delle stagioni, di vivere il concetto di biodiversità e di diventare anche custodi di tutto questo.

Il Servizio "Scuola in ospedale"

La scuola in ospedale, presente al Burlo Garofolo, è un servizio gratuito, statale, valido ai fini legali, effettuato durante l'anno scolastico, secondo i calendari scolastici degli istituti che lo gestiscono ossia l’Istituto comprensivo Dante Alighieri, per le sezioni primaria e secondaria di primo grado, e il liceo classico e linguistico Petrarca di Trieste, per la sezione secondaria di secondo grado. I docenti collaborano con le equipes dei reparti, le famiglie e le scuole territoriali di appartenenza, predisponendo attività didattiche personalizzate, adatte alle condizioni psicofisiche degli allievi. L'obiettivo è garantire il diritto all'istruzione anche in una situazione così particolare come quella della malattia-ospedalizzazione e dare modo di continuare le abituali attività.

WhatsApp Image 2024-05-15 at 16.12.07

Momento del taglio del nastro dell'aula natura

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inaugurata "Aula Natura", in funzione da oggi al Burlo per i piccoli degenti

TriestePrima è in caricamento