Venerdì, 17 Settembre 2021
Cronaca

Autismo, dalla regione un aiuto concreto: al via il Tavolo tecnico in supporto alle famiglie

L'assessore Telesca ha espresso il concetto che per molti anni si è trascurata la problematica dell'autismo, mentre ora ha assunto una dimensione rilevante

«Inclusione ed equità per le persone che sono affette da questo tipo di fragilità sono gli obiettivi che la Regione si è posta istituendo il Tavolo tecnico per l'autismo. Tavolo che ha predisposto un documento, da sottoporre adesso alle associazioni, che dovrà dare alle famiglie quelle risposte concrete che stanno aspettando».  

Con queste parole l'assessore regionale alla Salute del Friuli Venezia Giulia, Maria Sandra Telesca, è intervenuta stamani, all'Aeroporto di Ronchi dei Legionari, alla presentazione del progetto Autismport in occasione della Giornata mondiale per la consapevolezza dell'autismo. Oltre all'assessore, hanno partecipato all'illustrazione dell'iniziativa il presidente di Aeroporto Fvg Antonio Marano, il vicequestore di Gorizia Claudio Culot, l'assessore ai Servizi assistenziali del Comune di Monfalcone Cristiana Morsolin, la presidente dell'Associazione progetto autismo Elena Bulfone e il presidente della Consulta delle associazioni dei disabili del Friuli Venezia Giulia Vincenzo Zoccano.

L'assessore Telesca ha espresso il concetto che per molti anni si è trascurata la problematica dell'autismo, mentre ora ha assunto una dimensione rilevante. «Non credo che questo sia accaduto - ha detto Telesca - perché è aumentato il numero di casi, quanto perché è esplosa la consapevolezza. Proprio per questo la riforma sanitaria, sulla quale ci siamo impegnati in questi due anni, ci consentirà di occuparci di più e meglio di questi problemi».

L'assessore ha altresì ribadito che la conoscenza del fenomeno e il confronto con le famiglie aiutano ad intervenire con le soluzioni più corrette e proprio per questo il documento prodotto dal Tavolo tecnico prevede tutte le modalità di presa in carico e gli aiuti che le istituzioni debbono dare a chi ne ha bisogno e ai parenti che li assistono. E proprio sul tema dell'assistenza e dell'inclusione si colloca Autismport: il progetto messo in atto all'Aeroporto di Ronchi, che ha consentito di formare il personale e le forze di polizia dello scalo sulle difficoltà delle persone autistiche. Questi aspetti di svantaggio sono stati declinati a tutte le procedure, comprese quelle di controllo, a cui i passeggeri devono sottoporsi nella fase di imbarco prima di un volo. Oltre a ciò è stato realizzato, e pubblicato sul sito dell'Aeroporto, anche un video che spiega nel dettaglio i passaggi e i percorsi che precedono la partenza.

A tal riguardo il presidente di Aeroporto Fvg, Antonio Marano, sostenendo di aver aderito con convinzione all'iniziativa dell'Associazione progetto autismo, ha affermato che uno degli obiettivi dello scalo regionale è quello di un livello sempre più elevato di accessibilità. Ancora nell'ambito della giornata dedicata alla consapevolezza dell'autismo nel pomeriggio l'assessore Telesca ha partecipato a San Nicolò di Manzano, all'interno del maneggio Casali Birri (unico in Regione affiliato al movimento Equitabile), all'iniziativa "Equi-blu: a cavallo per essere parte del mondo e non un mondo a parte". Fra le attività previste dal programma: giri in carrozza, lezioni, laboratori sensoriali, percorsi formativi, passeggiate e attività a terra con i cavalli.

Oltre a ciò, anche le testimonianze dirette di come gli animali, nella fattispecie il cavallo, possano aiutare chi ha problemi a superare le barriere e relazionarsi con il mondo esterno

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Autismo, dalla regione un aiuto concreto: al via il Tavolo tecnico in supporto alle famiglie

TriestePrima è in caricamento