Domenica, 26 Settembre 2021
Cronaca

Riciclava auto di lusso e aveva sei alias, latitante in manette

Un 43enne di nazionalità moldava è stato arrestato dai carabinieri di Aurisina. Era ricercato perché membro di una banda dedita al riciclaggio di auto lussuose dall'Italia all'est Europa

Un uomo di origine moldava di 43 anni è stato arrestato dai carabinieri dopo un controllo effettuato a Fernetti in cui è emersa una vecchia condanna per riciclaggio emessa dalla Procura di Milano. Il latitante si trovava a bordo di una Porsche "particolarmente lussuosa" che ha insospettito i militari della stazione di Aurisina. Durante il controllo ha tentato di sviare i militari fornendo false generalità (ben sei gli alias con cui è conosciuto dalle forze dell'ordine) ma i carabinieri l'hanno condotto in caserma per accertamenti. E' qui che è spuntata la condanna. 

Il 43enne faceva infatti parte di un gruppo criminale dedito al riciclaggio all’estero di autovetture italiane. La banda si procurava documenti esteri di immatricolazione di auto di lusso già immatricolate in Italia e dopo averle portate nell’est Europa ne denunciava falsamente il furto alle autorità italiane. Talvolta, su commissione, commetteva veri furti di singoli componenti di fuoriserie quali navigatori satellitari, sedili in pelle e radica. Una volta scoperti, i membri dell’organizzazione erano spariti dalla circolazione. Il 43enne moldavo si trova recluso nel carcere di via Coroneo. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riciclava auto di lusso e aveva sei alias, latitante in manette

TriestePrima è in caricamento