menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gomme, motori e una barca: si pulisce il porticciolo di Barcola (FOTO)

Le società Bunker, Barcola-Grignano e Sirena per due giorni si dedicano a un'iniziativa attesa da anni

Le società nautiche che hanno le proprie basi logistiche e concessioni dei posti barca nel porticciolo di Barcola, hanno dato via questa mattina (sabato 24 giugno) a una pulizia dello specchio acqueo: l’iniziativa prende il via da Amici del Bunker, Società Velica di Barcola e Grignano e Sirena, hanno coinvolto anche il Comune di Trieste, Italspurghi, Acegas Aps Amga e Coperativa Sole (società che partecipano in forma volontaria con mezzi e uomini). Fondamentale il contributo dei sub istruttori CMAS titolari di centri immersione in varie zone d’Italia coordinati dal vicepresidente degli Amici del Bunker, Franco Mancinelli, che avvalendosi di palloni di sollevamento hanno fatto emergere dal fondo del porto i rifiuti ingombranti (come due pesanti motori e più tardi una barca).

«Che io ricordi (e quindi da almeno 30 anni) è la prima volta che si effettua un'operazione di questo tipo, un pallino che portavo avanti da anni - ha detto Franco Lattanzio, presidente degli Amici del Bunker -. Con il presidente Gialuz e il consigliere Michele Babuder abbiamo coinvolto tutti e organizzato questa prima attività: le persone hanno risposto in massa. Per oggi puliremo il fondale dai principali inquinanti (gomme, motori, imbarcazione affondata), poi ogni anno vorremmo fare qualcosa».

«Iniziativa straordinaria. Ringrazio soci e sub, dimostrazione che se ci si mette insieme si ottengono risultati - ha sottolineato il presidente della Società velica Barcola-Grignano Mitja Gialuz -. Un'operazione che ha due finalità: iniziare a ripulire il porticciolo dove è nata la storia della Barcolana e sensibilizzare soci e armatori sull'importanza della salvaguardia di questo bene fondamentale, mi piange il cuore a vedere cosa sia stato stato gettato in mare, ci si interroga su quanto cultura e rispetto dell'ambiente hanno le persone che navigano».

A terra e lungo i pontili, i soci dei tre circoli collaborano all’iniziativa raccogliendo le immondizie che emergono dal mare, che verranno poi smaltite in maniera corretta e sicura. Alla fine del lavoro la giusta ricompensa: il Sirena porterà il vino, la Svbg i prosciutti e gli Amici del Bunker il pesce, per un pranzo conviviale all’insegna della collaborazione e della tutela del territorio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Festa della mamma: origini e curiosità

social

Giro d'Italia 2021: tre le tappe in Friuli Venezia Giulia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento