Autorità Portuale, Anticorruzione: "D'Agostino non può ricoprire il ruolo di presidente"

Conseguenze devastanti: tutti gli atti da lui firmati in questi anni hanno valore nullo. Pronto il ricorso

L'Autorità nazionale anticorruzione ha dichiarato l'inconferibilità dell'incarico di D'Agostino ai vertici del Porto di Trieste per il ruolo già ricoperto in Trieste Terminal Passeggeri. Lo ha riportato il Tgr Rai Fvg. D'Agostino infatti detiene dal 2015 il ruolo di presidente della società che gestisce l'attività turistica e crocieristica, appunto la Terminal Passeggeri, detenuta per il 40 per cento dall'Autorità Portuale stessa. Pertanto tale ruolo è stato giudicato incompatibile con la nomina del 2016. Una notizia che porterà conseguenze devastati in quanto tutti gli atti da lui firmati in questi anni hanno valore nullo. Intanto è già pronto il ricorso urgente al Tar in cui si chiederà la sospensiva della misura. La nostra Redazione ha provato a contattare il Presidente, ma non ha voluto lasciare alcuna dichiarazione.

Le reazioni del mondo della politica

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rischio zona rossa, ecco l'ordinanza Fvg: no caffè fuori dai bar e stop ad allenamenti

  • Covid, Fedriga: “Il Fvg non andrà in zona rossa”

  • Covid, morire a 45 anni: il pizzaiolo Abbas lascia cinque figli e la moglie

  • Dinner cancelling: come funziona la dieta seguita da Fiorello per dimagrire

  • Trovata morta in mare a Grignano: aveva 62 anni

  • Caffè, asporto e consumo su suolo pubblico: i chiarimenti sull'ordinanza

Torna su
TriestePrima è in caricamento