menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'Autorità portuale regala 3650 metri quadrati di masegno: serviranno per riqualificare il centro

Dall'Autorita Portuale al comune di Trieste 3.650 mq di masegni per valorizzare le sponde del canale di Ponterosso, dalle rive a via San Spiridione. Approvata dalla giunta la convezione che consentirà di valorizzare il recupero storico urbano

La giunta comunale di Trieste, presieduta dal sindaco Roberto Cosolini, ha approvato la delibera della convenzione con la quale l'Autorità portuale di Trieste cede gratuitamente al Comune circa 3.650 metri quadrati di lastre in masegno, che potranno così essere utilizzate e reimpiegate in ambito urbano.

Gli storici masegni, testimonianza della floridezza del porto e della città, sono stati raccolti  e conservati dall'Autorità Portuale di Trieste nel corso di diversi interventi di demolizione e manutenzione, eseguiti negli anni scorsi in ambito portuale, e appartengono a quelle pavimentazioni in materiale lapideo già presenti in numerosi edifici ed aree scoperte del  porto.  

«Grazie a questa sinergica e positiva convezione tra Comune e Autorità portuale -ha spiegato l'assessore ai Lavori pubblici Andrea Dapretto- sarà così possibile impiegare e valorizzare i masegni donati nella riqualificazione e ripavimentazione delle vie e delle piazze del centro storico della città, in particolare per le sponde del canale di Ponterosso, dalle Rive alla via San Spiridione, in un attento percorso fatto di legami storico culturali, con suggestivi riferimenti  tra passato, presente e futuro».

Autorizzato  dalla Soprintendenza delle belle arti e paesaggio del Friuli Venezia Giulia, l’intervento di riqualificazione delle sponde del canale di Ponterosso con il recupero dell’antico masegno, dalle Rive alla via San Spiridione, prevede una spesa complessiva di euro 1 milione e 116 mila euro, finanziata con contributo statale P.R.U.S.S.T. (programma di riqualificazione urbana e di sviluppo sostenibile del territorio)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

"Brodo brustolà", antica ricetta della tradizione contadina triestina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento