Cronaca

Autorizzata la caccia con fonti luminose ai cinghiali

Dal Zovo: "Una vergogna". L'emendamento consente l’utilizzo di fonti luminose, notturne, termiche o puntatori laser quali strumenti ausiliari a quelli consentiti per il prelievo venatorio.

"Ci risiamo. A ogni occasione la maggioranza ripropone norme peggiorative in tema di caccia". È il commento della capogruppo del Movimento 5 Stelle in Consiglio regionale, Ilaria Dal Zovo, dopo l'approvazione dell'emendamento al disegno di legge n. 54 Omnibus presentato da Forza Italia e Lega che consente l’utilizzo di fonti luminose, notturne, termiche o puntatori laser quali strumenti ausiliari a quelli consentiti per il prelievo venatorio.

"Come sempre, ci siamo opposti a una norma che introduce la possibilità di cacciare gli ungulati nelle ore notturne, utilizzando puntatori laser e fonti luminose. Di fatto, ora si potrà cacciare per quasi 22 ore. Nessuno scampo, quindi, per i cinghiali che nelle ore notturne, di solito escono per cibarsi. Inoltre - sostiene la Dal Zovo - la modifica approvata presenta chiari profili di incostituzionalità, essendoci già delle sentenze della Suprema Corte che vanno contro l'utilizzo di fonti luminose per l'attività venatoria".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Autorizzata la caccia con fonti luminose ai cinghiali

TriestePrima è in caricamento