menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sdag in prima linea per migliorare le condizioni degli autotrasportatori

De Monte: “Un progetto nell’ottica del futuro dei trasporti”. Il presidente Grendene con l’europarlamentare De Monte e l’assessore Obizzi in Autoporto

Parcheggio sicuro e protetto per gli autotrasportatori e una serie di servizi e attrezzature che ne possano rendere più confortevole il risposo: Stazioni Doganali Autoportuali Gorizia (Sdag) è in prima linea con gli indirizzi comunitari. L’Unione Europea, infatti, ha posto molta attenzione negli ultimi anni sul tema del safe&secure parking, tanto da farlo divenire una delle soluzioni principali alle problematiche insorte in riferimento al trasporto su strada.

“Uno studio tecnico – precisa il presidente di Sdag, Giuliano Grendene - finanziato dalla Commissione Europea, è stato effettuato da parte di diverse istituzioni e associazioni in materia, tra cui anche ESPORG (European Secure Parking Organitazion) a cui Sdag aderisce”. Questi, alcuni dei temi, che oggi sono stati al centro della visita dell’europarlamentare Isabella De Monte, componente della Commissione Europea per i Trasporti e il Turismo e dell’assessore comunale di Gorizia, Dario Obizzi.

Un investimento di 350 mila euro

Nel 2019 Sdag con il progetto #safeandsecureparking e un investimento di 350 mila euro andrà a ottimizzare gli ampi spazi recintati e videosorvegliati con zone verdi già a disposizione (550 parcheggi per mezzi pesanti), la presenza di servizi come le docce, il snack-bar, aree di ristoro e riposo, WIFI, il minimarket, servizio informazioni e telefonia e un nuovo sistema «intelligente» di controllo accessi e il miglioramento dell’impianto di videosorveglianza. "Il nuovo sistema - precisa Grendene - sarà realizzato in ottica di Industria 4.0. Ovvero si potranno prenotare attraverso una applicazione dedicata gli stalli per il parcheggio dei camion e i pagamenti potranno essere effettuati anche online. Tutti i servizi saranno collegati e fruibili tramite una card o attraverso il proprio Smartphone".

"Modernizzarsi significa migliorare la vita degli autisti"

"Un investimento condiviso, all’avanguardia - ha dichiarato Isabella De Monte - e che va nella direzione della logistica dei trasporti. Al momento abbiamo in essere la revisione del Pacchetto stradale che comprendo cabotaggio, distacco dei lavoratori, tempi di guida e di riposo, cronotachigrafo che ha qualche incidente di percorso perché sono in campo delle visioni territoriali confliggenti tra un’Europa più periferica, orientale e non solo, con quella centrale e meridionale, però a prescindere dall’aspetto normativo quello che si chiede oggi è una variazione dello stile di vita degli autisti che deve essere migliorato. Vi è anche una minor tolleranza verso le violazioni che oggi ci sono nelle aree di sosta delle autostrade, per cui modernizzarsi significa migliorare la vita degli autisti. Qui a Gorizia creare un centro di servizi di questo tipo significa essere nell’ottica dei trasporti del futuro, considerando il crocevia dei Corridoi europei esistenti, ma anche la collocazione ideale della Sdag per chi esegue i trasporti dall’Europa orientale".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Trieste usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Fondo Ambiente Italiano: eletto il luogo più bello d'Italia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento