Cronaca Altopiano Carsico / Trebiciano

Orso avvistato a Trebiciano, la Forestale: «Animali molto schivi, attacchi all'uomo rarissimi»

Ieri un esemplare è stato avvistato in "campo carri", zona molto battuta da ciclisti, runner e possessori di cani. Il coordinatore provinciale del corpo ci spiega che «potrebbe trattarsi di qualche giovane esemplare "sloveno" in fase di "perlustrazione"»

foto di repertorio di un orso europeo

Un avvistamento di quelli che fano raggelare il sangue nelle vene quello avvenuto ieri in zona "campo carri" a Trebiciano, nel bosco attraversato da sentieri battuti da ciclisti, runner e cinofili: verso le 19.30, il proprietario di un cane, in zona per un corso, ha visto un orso aggirarsi tra gli alberi. 

«Anche a noi è giunta questa segnalazione, ma al momento non abbiamo riscontri. Potrebbe trattarsi di un orso proveniente dalla Slovenia - ci spiega il coordinatore provinciale del Corpo forestale del Friuli Venezia Giulia -: quasi ogni anno, giovani maschi che le mamme ritengono abbastanza adulti da essere mandati via vengono a curiosare in provincia di Trieste. Si tratta di animali molto schivi, si fanno di vedere molto di rado». 

Sono più pericolosi per i cani (spesso lasciati senza guinzaglio) che per l'uomo: «Il rapporto tra orso è cane non è dei migliori, ma è lo stesso principio che vale per i più frequenti cinghiali - continua la spiegazione -; l’orso all'80 per centro è animale vegetariano, non è un grande predatore, quindi di solito si allontana (se non è appunto il cane che magari gli si avvicina)». 

«Se si alza in piedi è perchè non riconosce la figura umana che ha davanti e quindi lo fa per annusare meglio l’aria e capire chi ha davanti: i casi di aggressione in Europa sono rarissimi e si trattava sempre di casi particolari come di orsi cacciati o feriti - rassicura il coordinatore provinciale -. Se si avvista un orso o si resta fermi o ci si allontana lentamente. In caso di "carica" correre non serve, meglio gettarsi a terra e fingersi morti (questo è quello che c'è scritto nei manuali distribuiti nelle zone europee dove il fenomeno è più frequente)».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Orso avvistato a Trebiciano, la Forestale: «Animali molto schivi, attacchi all'uomo rarissimi»

TriestePrima è in caricamento