L'aggressione al giardino / S. Giacomo - Ponziana / Via Rivalto

Torna l'incubo delle baby gang: "Hanno bastonato mio figlio di nove anni"

L'episodio, del quale sono stati informati i carabinieri di via dell'Istria, è stato raccontato a TriestePrima dalla madre della vittima. "Sono sbucati fuori e hanno picchiato mio figlio con dei bastoni di metallo. E' ancora un bambino e non va in giro da solo, non voglio immaginare cosa succederà quando inizierò ad uscire".

TRIESTE - Non bastano gli accoltellamenti, le risse e la sempre più diffusa presenza di episodi di microcriminalità. Questa volta, a causa della giovanissima età della vittima, il caso è a dir poco agghiacciante. La storia è quella relativa ad una violenta aggressione, a colpi di un "bastone di metallo", ai danni di un bambino di nove anni, episodio avvenuto nella serata di ieri 8 luglio nel giardino di via Rivalto, nel rione di San Giacomo, e in merito al quale sono stati informati i carabinieri di via dell'Istria. Il racconto è affidato alla madre del bambino che, per ragioni di tutela dei soggetti minorenni, manterremo nell'anonimato. 

La testimonianza

"Ieri sera tornando a casa della nonna dal boschetto adiacante allo skate park sono sbucati tre ragazzini adolescenti che, dal nulla, hanno picchiato mio figlio colpendolo alle gambe". La testimonianza rilasciata a TriestePrima segue le orme di quanto riferito ai militari dell'Arma nel pomeriggio del 9 luglio e preavvisati già nella serata precedente. Secondo la madre, la banda sarebbe composta da ragazzini tra i 12 e i 13 anni. "Uno di loro, quello che sarebbe il capo, voleva mostrare agli altri come si picchiano i ragazzini più piccoli". Il bambino di nove anni si trovava poco dietro al padre, che stava camminando una decina di metri più avanti. 

"Vi prego, fate qualcosa per fermarli"

"Quando mio marito si è girato e li ha visti - continua la madre - i tre sono scappati, dandosela a gambe". I tre ragazzini sarebbero conosciuti nel rione in quanto frequenterebbero il giardino di via Montecchi, poco distante dal luogo dei fatti. "I miei bambini sono ancora piccoli e non vanno in giro da soli. Non voglio immaginare cosa può succedere quando inizieranno ad uscire. Chiediamo alle istituzioni di fare qualcosa per questo problema, non è la prima volta che episodi del genere avvengono in zona. Nei giardini girano ragazzini adolescenti anche con i coltelli, è pericoloso". Il bambino è stato visitato da un medico che ha refertato un "trauma contusivo alla gamba destra" e diversi giorni di prognosi. Per individuare la baby gang è presumibile che le forze dell'ordine chiederanno la visione delle telecamere della zona. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torna l'incubo delle baby gang: "Hanno bastonato mio figlio di nove anni"
TriestePrima è in caricamento